CorrCan Media Group

Picnic degli Alpini del gruppo di Toronto

Picnic degli Alpini del gruppo di Toronto

TORONTO – Tra le innumerevoli attività organizzate dalle Penne Nere ci sono le scampagnate. Come ogni anno anche le penne Nere della sezione di Toronto dell’Associazione Nazionale Alpini hanno trascorso una bella giornata assieme, tra cibo, giochi, canti e naturalmente lunghe chiacchierate. Il coordinatore delle sezioni ANA del Nordamerica e presidente della Sezione di Toronto Gino Vatri descrive molto bene lo spirito che ha accompagnato il picnic di quest’anno.

di Gino Vatri
Siamo rimasti in pochi nel gruppo alpini di Toronto, pochi ma buoni.
Per il picnic dell’edizione 2018 pensavo di unirmi a qualche altro gruppo alpino e di celebrare con loro questo evento che viene festeggiato dal nostro gruppo da ben sessanta anni.
Le vie del Signore sono infinite…
Durante una riunione del gruppo, Vincenzina Berto, moglie del nostro socio e collaboratore Nello, è uscita con questa frase: «Perché non organizziamo il picnic nel cortile di casa nostra?». Il resto è storia.
Ci siamo messi subito al lavoro: pasta, salsicce, panini, fettine, torta, biscotti, acqua, piatti di carta, tende, biglietti, caffè, tavoli, musica, carte per la briscola, bocce, marmitte per la pasta… Inizio ore 11.
A Vincenzina si sono unite la figlia Cinzia e il marito Alan, il figlio Ricky e la moglie, e poi Marc e Gianna Vatri. Nello Berto, il padrone di casa, non ha fatto mancare le bevande, il vicino poi ha o¢ erto anche il suo cortile. Abbiamo passato una giornata meravigliosa, le foto parlano per noi. Un ringraziamento va agli sponsor, ai partecipanti e a quanti hanno in qualche modo contribuito.
Il presidente e capogruppo ha sottolineato che è necessaria un’apertura verso i giovani perché conoscano l’importanza del contributo dei vecchi alpini all’Associazione e si impegnino a loro volta a tramandare questi valori ai loro discendenti.
Un passaggio di testimone (della stecca), perché altrimenti si rischia di perdere un patrimonio di storia e valori costituito dalla presenza degli alpini lungo 60 anni nella nostra città.
Noi alpini, di una certa età, lavoreremo insieme con i più giovani per implementare il dialogo con loro. Prossimamente sarà organizzata una serata per i giovani e saranno proprio i giovani ad organizzarla!
Recentemente abbiamo ricevuto la visita del colonnello degli alpini Licio Mauro del gruppo San Maurizio-Sezione Alto Adige, presidente dell’UNIC (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia-Sezione di Merano) e presidente del Fogolar Furlan di Bolzano.
Il colonnello ha visitato la nostra sede: lì ci siamo scambiati i vessilli e i gagliardetti e siamo stati intervistati da una televisione locale. Il 10 agosto il colonnello ha partecipato con le associazioni d’arma alla commemorazione delle vittime di Marcinelle.
Il 17 agosto ci ha fatto visita invece l’ingegnere Giampietro Longo consigliere della sezione di Treviso assieme alla moglie Carla Martini, alla fi glia Valentina e al figlio Giovanni. Siamo veramente orgogliosi di avere accolto delle persone così importanti ma di animo semplice come sono gli alpini.

More in Community Events
Breaking News Annex
May Fri ,2017
Corriere Canadese
Oct Sat ,2016