CorrCan Media Group

Columbus Centre, è stato un anno “vincente”

Columbus Centre, è stato un anno “vincente”

TORONTO – Oggi si conclude un anno che per il Columbus Centre è stato storico.

Dopo circa tre anni di lotte da parte della comunità che ha sfidato un avversario molto più potente – la Villa Charities Inc – il 30 gennaio scorso per il centro comunitario italian-style è arrivata la designazione del consiglio comunale di Toronto: il Columbus Centre è entrato di diritto a far parte dell’Heritage Register della città di Toronto.

La designazione – giunta dopo l’approvazione all’unanimità di una mozione del neoeletto consigliere Mike Colle – ha messo fine ai controversi piani di riqualificazione che hanno mandato su tutte le furie la comunità.

Ma oltre a quella del 30 gennaio la data che ha segnato un momento memorabile per tutti coloro che si sono battuti instancabilmente per sottrarre il Columbus Centre alle ruspe pronte ad entrare in azione, è quella del 30 novembre quando è stata inaugurata la targa che ricorda alle generazioni future il valore storico e culturale del centro comunitario.

Alla presenza di numerose personalità, tra le quali il sindaco di Toronto John Tory, dell’ex consigliere Maria Augimeri, i consigliere Mike Colle e il ministro Marco Mendicino, la placca è stata installata.

«Una targa per affossare le loro (di Villa Charities Inc, ndr) speranze – ha detto con un sorriso il congliere Colle – ma dobbiamo anche tener presente che Villa Charities Inc. non ha ancora ritirato la sua ’re-zoning application’ dall’Ontario Municipal Board ed i trustee sono sempre lì. Il pericolo è presente e non va sottovalutato».

Rimanere vigili è quanto, ha in sostanza ribadito il consigliere del Ward 8- Eglinton Lawrence, bisogna fare. Ma anche celebrare la scongiurata demolizione di un centro che, come per Maria Augimeri che nel luglio del 2008 ha presentato la mozione per l’inclusione immediata del sito nell’heritage site, è molto più di un grande edificio.

«Questo contro il Columbus Centre l’ho vissuto come un attacco personale alla mia integrità e al mio heritage», ha detto la Augimeri che non ha mancato di mettere in luce che il Columbus Centre ha visto la luce “grazie al denaro pubblico”.

Amarezza e momenti di sconforto ma anche speranza e fiducia hanno caratterizzato l’insurrezione contro Vci e Toronto Catholic District School Board: una battaglia giunta all’epilogo nell’anno che sta per finire.

Questo 2019 è stato un anno molto importante per la comunità di origine italiana di Toronto: il Columbus Centre continuerà ad essere la sua icona. I tentativi di affossarlo sono stati vani. La comunità ha vinto.

More in Columbus Centre