CorrCan Media Group

“Sliding doors” nel PC: esce Giorgio Mammoliti, rientra Christine Elliott

“Sliding doors” nel PC: esce Giorgio Mammoliti, rientra Christine Elliott

TORONTO – Dentro Christine Elliott, fuori Giorgio Mammoliti. Mentre l’elettorato dell’Ontario è ancora in attesa della presentazione del programma elettorale del nuovo leader Doug Ford, all’interno del Progressive Conservative continua la politica delle “sliding doors”, delle porte girevoli per i candidati in corsa alle elezioni provinciali del 7 giugno. Il terremoto nella leadership del partito, dopo lo scandalo a sfondo sessuale che ha segnato la fine dell’era Patrick Brown, ha provocato uno smottamento a livello locale, con il cambio in corsa di numerosi candidati che fino a poche settimane fa sembravano sicuri.
Giorgio Mammoliti, con la vittoria di Ford nella corsa alla leadership, un paio di settimane fa aveva annunciato la sua intenzione a candidarsi nel distretto di Brampton Centre, uno dei pochi dove il processo di nomination non era stato concluso. 
Il consigliere comunale di origine italiana, dopo appena tredici giorni, ha deciso di fare un passo indietro e lunedì ha reso pubblica la sua rinuncia: correrà invece, ancora una volta, nel distretto comunale di York West. “I residenti del mio distretto – ha dichiarato – non pensavano che il mio lavoro a livello comunale fosse finito, sebbene fossero contenti del fatto che a livello comunale avrei potuto aiutare più persone. Alla fine ho preso la difficile decisione di continuare a rappresentare la Città di Toronto”.
A contendersi la nomination a Brampton Centre per il PC rimangono quindi Nick Gahunia, Harjit Jaswal e Sudeep Verma: il vincente sfiderà il liberale Safdar Hussain e la neodemocratica Sara Singh.
Per un Mammoliti che esce, abbiamo una Christine Elliott che entra. L’ex mpp del riding di Whitby-Oshawa, sconfitta da Ford nella corsa alla leadership, ha annunciato la sua intenzione a candidarsi nel distretto di Newmarket-Aurora.
“Non sono mai stata così tanto convinta – ha dichiarato – del fatto che l’Ontario abbia bisogno di noi. A tutti i residenti di Newmarket-Aurora: potete contare su di me, lotterò per voi a Queen’s Park”.
Nel distretto in questione non potrà invece più correre Charity McGrath, accusata di numerose irregolarità ma protetta dall’ex leader Brown. Con l’avvento di Ford, la sua è stata una delle prime teste a cadere.
More in Chiesa2000