CorrCan Media Group

Brown si difende, Elliott e Mulroney: no alla Carbon tax

Brown si difende, Elliott e Mulroney: no alla Carbon tax

TORONTO – Mentre s’infiamma il dibattito tra i candidati alla leadership tory sulla carbon tax, Patrick Brown ritorna a parlare e si difende con forza dalle accuse di comportamento sessuale inappropriato. L’ex leader conservatore, costretto a dimettersi sull’onda dello scandalo a sfondo sessuale che ha travolto la dirigenza del Progressive Conservative, in un lungo post su Facebook ha contestato le versioni delle due ragazze che lo hanno accusato lo scorso 24 gennaio. L’ex leader del PC ha tacciato come assolutamente false le dichiarazioni delle due giovani. Nella prima testimonianza, l’accusatrice sosteneva che l’aggressione si sarebbe consumata nella camera da letto, al secondo piano della casa di Brown a Barrie. “I dettagli della storia sono completamente sbagliati – scrive Brown – perché nel periodo in cui sarebbe avvenuto il presunto incidente vivevo in un appartamento su un piano solo, con una struttura open concept e quindi senza porte nelle camere da letto”. 
Ma non solo. L’ex leader conservatore sostiene che la donna che lo accusa avrebbe avuto una relazione con uno dei giornalisti autori del servizio andato in onda il 24 gennaio su CTV. “Da persone che conosciamo entrambi – continua Brown – sappiamo che lei era una coinquilina di un giornalista di CTV”.
Per quanto riguarda la seconda vicenda denunciata da un’altra donna, l’mpp di Barrie sostiene che non sarebbe stato lui a provare a baciarla, ma l’esatto contrario. “Fu lei che cercò di baciarmi – sottolinea Brown – e io durante l’incidente ho agito in modo appropriato. L’ho fermata immediatamente e le ho offerto un passaggio a casa sua. Ci sono almeno tre testimoni, uno dei quali ha addirittura parlato con CTV, che negano i dettagli delle sue incriminazioni, ma CTV non li ha riportati nella sua storia”.
Accuse pesanti, quelle di Brown nei confronti di CTV, che però vengono respinte al mittente con forza. “Siamo a conoscenza delle prese di posizione di Patrick Brown – ha dichiarato Matthew Garrow, portavoce di Bell Media – CTV News difende la propria storia”. Nel frattempo continua la corsa alla leadership tra i tre candidati in corsa, che avranno tempo fino al 15 febbraio per tesserare nuovi membri al partito, che avranno diritto di voto nell’elezione del nuovo leader. Il tema del giorno continua ad essere quello legato all’abolizione della Carbon tax, posizione sostenuta da Doug Ford. Adesso anche Christine Elliott e Caroline Mulroney si sono dichiarate contrarie alla carbon tax, che invece faceva parte del programma “People Guarantee” utilizzato da Brown come piattaforma elettorale in vista del voto del prossimo giugno.
More in Chiesa2000