CorrCan Media Group

Via libera all’inclusione del Columbus Centre nell’Heritage Register

Via libera all’inclusione del Columbus Centre nell’Heritage Register

TORONTO – Era nell’aria ormai, ma adesso è anche ufficiale. Il Toronto Preservation Board ha raccomandato al consiglio comunale di “includere nel City of Toronto’s Heritage Register la proprietà al 901 Lawrence Avenue West (il Columbus Centre).
Non può che gioire la comunità che per oltre un anno ha cercato con le unghie e con i denti di evitare la demolizione del centro comunitario. “Il Toronto Preservation Board ha votato all’unanimità per proteggere l’iconico Columbus Centre. Grazie a tutti coloro che hanno parlato e il merito va allo sforzo della comunità nel proteggere questo prezioso patrimonio” ha twittato il consigliere Maria Augimeri, che si è sempre schierata a difesa del centro comunitario italian-style. «Questo è un posto pubblico e non è vostro da vendere e da demolire – aveva detto un anno fa la Augimeri in un appassionato intervento al Consiglio di North York. Lo scorso marzo ha ribadito ancora che “questo centro è diventato realtà grazie al denaro pubblico. È visto come un luogo patrimonio della comunità e riveste un notevole significato”.
Adesso che il Toronto Preservation Board ha accettato il suggerimento contenuto nella relazione dell’Urban Design City Planning Division sarà il consiglio comunale di Toronto a dover suggellare la questione nella prossima seduta che potrebbe essere già quella del 23 luglio.
Tanti gli speaker che sono intervenuti alla riunione oltre al consigliere Augimeri: Ian Duncan MacDonald, Lily Boraks, Angelo Scioscia, Joseph Palozzi, Lawrence Pincivero, Anthony Pizzonia, Gisella Colucci, Patrick DeMarco, Lauren Guiducci. E, unica voce contraria, il presidente e Ceo di Villa Charities Inc. Anthony Di Caita.
Le sue, come era previsto, non sono state parole a favore dell’inserimento del Columbus Centre nell’Heritage Register. Di Caita, al quale è stato anche negata la richiesta di poter parlare oltre il tempo concesso ad ognuno degli speaker, a detta dei presenti ha dimostrato di non conoscere neppure la storia del Columbus Centre che tra l’altro è stata ripercorsa molto bene nella relazione dell’Urban Design City Planning Division. Il suo intervento si prefiggeva la bocciatura della richiesta, cosa che avrebbe fatto rientrare in gioco il progetto della costruzione dei condomini.
Alla fine la battaglia condotta da chi al centro comunitario è legato per tante ragioni è stata vinta: al Columbus Centre sono stati riconosciuti “il valore e l’eredità culturale”.

More in Canada