Vaccini, uno spreco assurdo:
da gettare milioni di dosi

di Marzio Pelu del July 7, 2022

OTTAWA - Il Canada si appresta a gettare via più della metà delle sue dosi del vaccino Oxford-AstraZeneca perché non è riuscito a trovare nessun consumatore né in patria né all'estero. Inoltre, non si sa come verranno utilizzati altri milioni di dosi di vaccini Novavax e Medicago che il Canada ha acquistato ma che difficilmente potrà utilizzare da solo.

Il governo federale aveva firmato un contratto con AstraZeneca nel 2020 per ottenere 20 milioni di dosi del suo vaccino e 2,3 milioni di canadesi ne hanno ricevuto almeno una dose, principalmente tra marzo e giugno 2021. A seguito delle preoccupazioni nella primavera del 2021 sui coaguli di sangue rari ma potenzialmente fatali di AstraZeneca e con forniture più ampie di vaccini mRNA da Pfizer-BioNTech e Moderna, il Canada ha abbandonato AstraZeneca. Nel luglio 2021 ha promesso di donare il resto della fornitura acquistata, circa 17,7 milioni di dosi. Ma l'operaizone non è andata a buon fine: Health Canada ha affermato che "il Paese ha fatto ogni sforzo" per mantenere quella promessa, ma 13,6 milioni di quelle dosi stanziate sono scadute e dovranno essere eliminate.

Il dottor Bruce Aylward, specialista in Malattie Infettive originario di St. John's e ora consigliere senior del capo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, ha dichiarato a The Canadian Press in una recente intervista che la mancanza di fiducia del Canada in AstraZeneca ha contribuito allo "stallo" di quel vaccino a livello globale. Non solo. Spesso le donazioni sono state fatte in grandi quantità vicino alla data di scadenza dei vaccini stessi, e questo ha determinato una sorta di "tempesta perfetta": l'eccesso di dosi di un vaccino vicino alla scadenza in Paesi privi di operatori sanitari e di infrastrutture adeguate per condurre una campagna di vaccinazione frenetica e complessa, ha causato il rifiuto, da parte di quei Paesi, dei vaccini donati.

Adam Houston, responsabile delle politiche mediche e di advocacy di Medici senza Frontiere in Canada, ha definito "estremamente deludente" il fatto che il 75% delle dosi di AstraZeneca che il Canada ha promesso di donare saranno eliminate. "Se le azioni di Paesi come il Canada avessero eguagliato la loro retorica sull'equità dei vaccini dall'inizio della pandemia, meno vaccini sarebbero andati sprecati e, cosa ancora più importante, sarebbero state salvate più vite", ha sottolineato Houston.

Il Canada aveva anche promesso di donare 10 milioni di dosi ciascuna di Johnson & Johnson e Moderna. Il primo ha avuto problemi di produzione e il Canada non ha donato nessuno di quei vaccini. Ha invece distribuito gratis 6,1 milioni di dosi di Moderna a quattro Paesi tra dicembre e giugno, ma altri 1,2 milioni di dosi di Moderna sono scadute e sono state buttate via.

E non finisce qui: il Canada aveva firmato contratti anche per ottenere 52 milioni di dosi del vaccino Novavax e 20 milioni di quello di Medicago, ma ora si affida quasi interamente a Pfizer e Moderna.

Finora il Canada ha ricevuto 3,2 milioni di dosi di Novavax, senza piani attuali per ulteriori consegne. Non ha ricevuto alcun Medicago, ma una portavoce ha affermato che il Canada sta lavorando con quell'azienda su un programma di consegna. Altri sprechi in vista...

Foto di Braňo da Unsplash

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.