Usa-Canada, il grafico choc

di Priscilla Pajdo del June 5, 2020

Perché è preoccupante riaprire le frontiere con gli Stati Uniti: guardate i dati contenuti in questo grafico realizzato dal Corriere Canadese, i numeri parlano da soli.

Potrebbero interessarti...

 Sacrificare il Columbus Centre per profitto
In ballo circa 3mila unità abitative: senza la demolizione del centro comunitario, salta tutto il progetto
Nell'imagine a sinistra - I piani del progetto (clicca per ingrandire immagine)

 

 
TORONTO - "Insieme al nostro partner, il provvedditorato scolastico del distretto cattolico di Toronto (TCDSB), siamo determinati a costruire un centro culturale italiano migliore, che soddisfi le esigenze della nostra comunità e rimanga fedele alla nostra missione". Così dice l'ultima lettera “raggirante” di Villa Charities Inc. (VCI).
É lampante che non un singolo membro del consiglio della VCI né della Villa Charities Foundation (VCF) ha sentito la necessità di apporre la propria firma. Forse non hanno il coraggio e la convinzione. Hanno già perso la credibilità e la fiducia del pubblico. Anche il fiduciario del TCDSB, Maria Rizzo, aveva affermato tanto nell'incontro pubblico del TCDSB in agosto. E, in virtù del suo ruolo, ora è "una socia" nel loro progetto.
Ma quali sono quelle esigenze? Cos’è quel “progetto”?
No al meeting, Mike Colle contro il TCDSB
di Mariella Policheni il November 30, 2017
TORONTO - Ha un diavolo per capello Mike Colle. Di essere preso in giro così e di sentirsi dire no per ben due volte, dalla Dante Alighieri Academy prima e dalla Regina Mundi pochi giorni dopo, non se lo aspettava proprio. Il diniego del Toronto Catholic District School Board (TCDSB) alla richiesta di poter usufruire di una delle due scuole per un importante meeting pubblico nel quale “tutti coloro che sarebbero interessati dalla demolizione del Columbus Center e dalla costruzione di un altro edificio” avrebbero potuto partecipare per esprimere la propria opinione in proposito, proprio non gli va giù. «Sono davvero molto irritato con il board cattolico di Toronto per aver rigettato la mia domanda di poter tenere la riunione in una delle scuole - dice il deputato provinciale Colle - questa è una decisione assurda. Come si può impedire un meeting con i residenti sul futuro delle due scuole e sul progetto nel quale 32.8 milioni di dollari dovrebbero essere stanziati dal ministero dell’Istruzione? Questo è denaro pubblico, denaro di tutti i contribuenti».
Quanto successo, secondo l’mpp di Eglinton/Lawrence ha tutte le caratteristiche di una telenovela con una trama intricata e colpi di scena: «La scorsa settimana ho telefonato alla preside della Dante Alighieri Academy per chiederle di poter usare il 5 dicembre l’auditorium per il meeting. La risposta è stata positiva, ma due giorni dopo ho ricevuto una telefonata dallo school board nella quale mi è stato detto che purtroppo l’auditorium era già riservato - dice Colle - mi è stato proposto di usare il 4 dicembre, un giorno diverso da quello che avevo in programma, la palestra della Regina Mundi, cosa che ho accettato».
Il quotidiano italiano in Canada
© Copyright M.T.E.C. Consultants LTD.
3800 Steels Ave. W., Suite 300, Vaughan ON, Canada
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.