CorrCan Media Group

TCDSB/vci: La relazione del consulente: non c’è sostegno

TCDSB/vci: La relazione del consulente: non c’è sostegno

TORONTO –  Immaginate di pagare 102.000 dollari ad un Consulente aspettandosi che procuri un documento per giustificare il VOSTRO progetto agli occhi delle autorità, avendo bisogno – VOI – della loro approvazione, per sopraffare le proteste della gente.
Immaginate inoltre, che il vostro stesso Board of Trustees fissi, come punto di riferimento per quel Consulente, una MOZIONE formale dove si richiedeva che a tale documento venisse allegata una relazione dimostrativa di “un assenso travolgente” della comunità al VOSTRO progetto, pena l’annullamento.
Immaginate qualsiasi Consulente capace di ignorare almeno dieci tra riunioni pubbliche e dimostrazioni, che hanno coinvolto letteralmente migliaia di manifestanti, sostenuti da almeno una cinquantina di articoli e/o lettere pubblicati GIORNALMENTE su un quotidiano, distribuito da Windsor ad Oshawa e con una presenza on line di oltre 90mila visualizzazioni al giorno. Cosa pensate che la relazione del Consulente abbia riportato? 
Inzia con …”il futuro del progetto associato di riqualificazione è al momento incerto…” Davvero? Ed allora cosa ha raccomandato il Consulente, pagato 102.000 dollari per dimostrare un “consenso travolgente”?
1. RICOSTRUIRE la fiducia con la comunità – con, tra le altre tattiche –  lo sviluppo di Responsabilità e Trasparenza…” 
2. STABILIRE un Gruppo di Lavoro, che rappresenti ampiamente la comunità… 
3. COINVOLGERE  la comunità significativamente e direttamente nel completo ciclo del processo progettuale.
4. PROVVEDERE tempo, spazio e revisione adeguati … durante e dopo le consultazioni, né prima, né in separata sede!  
Lacuna evidente di quattro punti essenziali. 
Da nessuna parte è menzionato un quantitativo di sostegno, eccetto al riferimento di un sondaggio denigrato e diffamato, condotto esclusivamente in lingua inglese, tra un campione demografico dal quale erano esclusi i residenti nei pressi del sito di Villa Colombo, i fruitori e il vicinato più interessato al VOSTRO progetto.
E come minimo, ci si sarebbe aspettato che il TCDSB che aveva commissionato lo studio, avrebbe fatto riferimento al sopra menzionato paragrafo 2 cancellando l’affare di riqualificazione, secondo il vincolo nella sua stessa Mozione.
Ma stiamo parlando di un provveditorato cattolico, sotto l’incantesimo della trustee Rizzo, i quali seguaci preferiscono assecondare la sua richiesta, sperando in un cambiamento successivo.
Questo è lo stesso gruppo che il mese scorso ha votato per la revoca dei servizi facoltativi di trasporto per circa 7000 suoi studenti, al fine di risparmiare 1.000.000 di dollari. Nelle note informative del direttivo si legge che potrebbe esistere un rischio considerevole che il 60% di quegli studenti possano trasferirsi ad un altro provveditorato concorrenziale.
Ad appena meno di 12.000 dollari in contributi governativi per ogni studente iscritto, ciò rappresenterebbe una perdita potenziale di 4.200 studenti e di 50 milioni e 400 mila dollari  per risparmiarne un milione. 
Voi lo fareste? Potreste, se il vostro capo burocrate, il Direttore Rory McGuckin, vi dicesse che questo è un rischio che vale la pena correre. 
Contemporaneamente state anche votando in favore di un pacchetto di compensazione dirigenziale che premierebbe alla grande se stesso e il suo personale dirigente. Nel frattempo, con la relazione il Consulente si lava le mani. Consiglia infatti che I due associati “provvedano DUE sondaggi telefonici aggiuntivi, per ampliare e approfondire la quantità dei dati.” Il primo sondaggio, al costo di 25mila dollari, non è stato sufficiente!
 
 
 

More in Canada