Pronto soccorso a rischio chiusura
ma gli infermieri stranieri al palo

di Mariella Policheni del July 28, 2022

TORONTO - Molti pronto soccorso degli ospedali dell’Ontario sono a rischio di chiusure temporanee causa della carenza di personale, mentre al tempo stesso, migliaia di infermieri non possono lavorare.

Secondo il rapporto più recente dell'Office of the Fairness Commission della provincia, in Ontario sono circa 26.000 gli infermieri con una formazione internazionale. "Di questi, 14.000 sono infermieri professionali", ha affermato Doris Grinspun, ceo della Registered Nurses' Association of Ontario (RNAO).

Intanto la scorsa settimana l’University Health Network (UHN) ha inviato un promemoria al personale medico esprimendo un "bisogno urgente" di "volontari" per riempire i turni infermieristici al pronto soccorso del Toronto Western Hospital. “Abbiamo pronto soccorso che stanno chiudendo. Abbiamo case di cura che non hanno abbastanza personale. Il problema è comune. L'assistenza infermieristica è come il midollo spinale del sistema. Se non hai abbastanza infermieri, il sistema non può funzionare", ha detto Grinspun.

Secondo il sito web del College of Nurses of Ontario (CNO), il processo di registrazione per un infermiere che ha ricevuto un'istruzione al di fuori del Canada richiede dai tre ai 18 mesi: per poterlo fare occorrono otto requisiti tra i quali una prova di pratica e la competenza linguistica. “Ogni iscrizione è unica. Coloro che hanno soddisfatto più requisiti di registrazione, possono essere iscritti come infermieri dal CNO nel giro di poche settimane", ha affermato il portavoce del CNO Kristi Green.

Sembrerebbe tutto semplice ma la realtà è diversa. Come testimonia Karla Ducusin, che nelle Filippine ha lavorato come infermiera per quattro anni prima di emigrare in Canada, il processo può rivelarsi molto lungo. Per lei, spiega, sono stati necessari tre anni. “Il diabete è il diabete. L'Alzheimer è l'Alzheimer - ha detto Ducusin - prendersi cura delle persone e fare le cose di tutti i giorni, è praticamente la stessa cosa qui o in un altro Paese".

Grinspun ha affermato che ridurre il lasso di tempo necessario per dare la possibilità a questi infermieri di lavorare ridurrebbe enormemente la carenza di personale. "Questi sono infermieri che vivono già qui - ha detto Grinspun - ma ci vuole un'eternità per integrarli nella forza lavoro”.

Nel frattempo, la forza lavoro è al collasso, ha detto Birgit Umaigba, un'infermiera professionale impiegata in un pronto soccorso di Toronto. "La scorsa settimana ho dovuto prolungare il mio turno di lavoro a 16 ore perché non c'era nessuno che potesse prendere il mio posto - ha detto - come si può lasciare un paziente che è intubato quando non c’è nessuno che può sostituirti?"

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.