CorrCan Media Group

Piccininni vuole salvare il Columbus Centre

Piccininni vuole salvare il Columbus Centre

 

Nella foto: Il Columbus Centre e nel riquadro il trustee del Ward 3 Sal Piccininni
 
Una mozione per salvare il Columbus Centre
Il trustee chiede di terminare la partnership con Villa Charities: “Costruiamo la nuova Dante da un’altra parte”
 
TORONTO – Finalmente qualcosa si muove. I fiduciari del Toronto Catholic District School Board  di fronte al malcontento della comunità per la prospettata demolizione del Columbus Centre non sono più uniti come prima. Ad aprire una breccia nel muro è il trustee del ward 3 Sal Piccininni che ha deciso di presentare durante la riunione del Board in programma il 19 ottobre prossimo, una mozione riguardo la “Community hub partnership with Villa Charities”.
 
Una mozione, questa, che si prefigge lo scopo di salvare il Columbus Centre. 
Una presa di posizione che è un atto di coraggio vero e proprio considerata la barriera opposta alla comunità dai trustee del board cattolico decisi finora a sostenere a spada tratta il progetto per costruire un edificio da condividere con il Columbus Centre. Già nei giorni scorsi, come pubblicato dal Corriere Canadese nell’edizione di venerdì 6 ottobre, sono emerse alcune divisioni nel board: non tutti i trustee che hanno risposto alle email inviate dal giornale, si sono detti così convinti circa il progetto. Molti di loro hanno affermato di voler attendere la fine delle consultazioni comunitarie, prevista per la fine di gennaio, prima di pronunciarsi in proposito. Quel  che all’inizio sembrava una certezza, adesso barcolla.
Di dissociarsi e scendere in campo da solo, Piccininni l’ha deciso dopo aver preso atto che non è solo la comunità che risiede nei paraggi del Columbus Centre ad opporsi alla sua demolizione ma quella dell’intera città. E non solo: la comunità italiana, in questa lotta, viene affiancata da altre comunità che del Columbus Centre hanno fatto un punto di riferimento, quella ebraica in primis.
E non è tutto. Quella che doveva essere una battaglia nella comunità ha superato i confini iniziali per diventare non più una lotta contro Villa Charities Inc. ma contro il Toronto Catholic District School Board, ente pubblico che si è imbarcato in una avventura che non fa salire di certo il suo livello di popolarità, con Villa Charities: avventura destinata a concludersi, se il progetto giungerà in porto, con la distruzione del centro comunitario costruito dagli italiani di Toronto.
La risoluzione avanzata dal trustee Piccininni è che al termine delle consultazioni pubbliche alla fine di gennaio, il TCDSB “non proseguirà la partnership con Villa Charities ma pianificherà la costruzione della Dante Alighieri Academy Catholic Secondary School sul terreno attualmente posseduto dal Board”.
Una proposta, questa, che è destinata a incontrare i favori di tutta la comunità che fin dall’inizio, pur considerando uno spreco la costruzione di un nuovo edificio visto il calo costante delle iscrizioni: finalmente si è alzata tra i trustee una voce per difendere il diritto della comunità a non vedere distrutto il Columbus Centre.
In fondo la scuola può essere costruita altrove. 
La mozioneCostruiamo la Dante su un’altra proprietà del board
SOGGETTO: Il partenariato con Villa Charities per un centro comunitario

CONSIDERATO CHE: Nel 2010 o pressappoco, è stato firmato un accordo tra il TCDSB e Villa Charities per una collaborazione in un progetto per un centro comunitario
CONSIDERATO CHE: I fiduciari scolastici approvarono il partenariato con l’intendimento che entrambe le comunità sia di Villa Charities che quella scolastica, fossero d’accordo con questa collaborazione
CONSIDERATO CHE: Negli scorsi sei anni non ci sono stati né un minimo avanzamento né informazioni sul decorso del progetto
CONSIDERATO CHE: la comunità in generale, che non sostiene l’intento di procedere con cambiamenti sostanziali o modifiche al sito e alle costruzioni esistenti,  si sia espressa verbalmente in opposizione al progetto 
SI CONCLUDE  CHE: al completamento delle consultazioni pubbliche per gennaio 2018, il TCDSB non costituisca più una partnership con Villa Charities, ma proceda con la costruzione della scuola secondaria cattolica Dante Academy sul terreno in possesso attualmente dal Board.
Sal Piccininni
Trustee Ward 3

More in Canada