Mercato immobiliare,
correzione profonda: i prezzi scendono

di Mariella Policheni del August 9, 2022

TORONTO - Una correzione del mercato immobiliare, che ha già portato a quattro mesi consecutivi di calo dei prezzi nel settore precedentemente surriscaldato della Greater Toronto Area, potrebbe finire per diventare "una delle più profonde dell’ultimo mezzo secolo". È questo l’avvertimento contenuto in un nuovo rapporto dell’RBC.

Nuovi dati pubblicati dal Toronto Regional Real Estate Board (TRREB) la scorsa settimana hanno rivelato che il prezzo medio di riferimento per una casa nella GTA a luglio è sceso del 6% su base mensile assestandosi a $ 1.074.754. Ma non sono solo i prezzi a precipitare: anche le vendite sono diminuite del 47% rispetto a luglio del 2021.

Nel rapporto pubblicato il 4 agosto, l’economista senior della RBC Robert Hogue ha affermato che i dati recenti dei real estate board sottolineano come i tassi di interesse più elevati stiano iniziando ad essere un "enorme freno" sul mercato.

E con ulteriori aumenti in arrivo, dice Hogue, i prezzi continueranno probabilmente a scendere anche nei prossimi mesi.

Questa previsione, va notato, va contro un rapporto di Royal LePage del mese scorso che presentava una previsione più rosea per i venditori ipotizzando che il valore degli immobili, dopo alcuni cali nel secondo trimestre, sarebbe rimasto più o meno allo stesso livello per il resto dell’anno.

"Prevediamo che gli ulteriori aumenti da parte della Bank of Canada - altri 75 punti base per il tasso overnight entro l’autunno - continueranno a raffreddare il mercato nei prossimi mesi - ha affermato Hogue - ci aspettiamo che la flessione si intensifichi e si diffonda ulteriormente man mano che gli acquirenti adottano un approccio più cauto, nel tentativo di capire al contempo l’impatto di tassi di prestito più elevati. I mercati meno abbordabili del Canada, Vancouver e Toronto, e le loro regioni circostanti, alla luce della loro accessibilità eccessivamente ridotta e degli aumenti di prezzo spropositati durante la pandemia, sono indubbiamente quelli più a rischio”.

La Bank of Canada ha aumentato il tasso sui prestiti overnight di 225 punti base da marzo e ha avvertito che - dato che l’inflazione rimane ai massimi degli ultimi 40 anni - saranno necessari ulteriori aumenti.

Nel suo rapporto, Hogue ha sottolineato che la correzione del mercato immobiliare "ora corre in lungo e in largo in tutto il Canada", ma ha affermato che è particolarmente pronunciata nei mercati più costosi di Toronto e Vancouver. Hogue ha affermato che l’attività di rivendita di alloggi a Toronto, esclusi i primi giorni della pandemia di Covid-19, è al ritmo più lento da 13 anni a questa parte. Al tempo stesso il numero di case disponibili è aumentato del 58% rispetto a un anno fa.

"Con più opzioni tra cui scegliere e tassi di interesse più elevati che riducono i budget di acquisto, gli acquirenti sono in grado di ottenere dai venditori significative riduzioni del prezzo - ha affermato sottolineando che il prezzo medio di una casa nella GTA è in calo del 13% rispetto a marzo - ci aspettiamo che gli acquirenti rimangano sulla difensiva nei prossimi mesi, poiché devono far fronte all’aumento dei tassi di interesse".

A tenere duro, secondo Hogue, saranno probabilmente gli appartamenti nella città di Toronto mentre i prezzi altrove, per il momento, continueranno a scendere, specialmente nella zona del 905 "dove i valori delle proprietà sono aumentati vertiginosamente durante la pandemia".

I dati di luglio di TRREB hanno suggerito che il prezzo medio di una casa nella GTA era ancora in aumento dell’1% rispetto a luglio del 2021.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.