CorrCan Media Group

La comunità si mobilita, ma VCI non si ferma

La comunità si mobilita, ma VCI non si ferma

Annunciata una manifestazione per il 27 settembre a favore del salvataggio del Columbus Centre dalla demolizione.
Clicca sull'immagine per scaricare il volantino  >>>

TORONTO – Mentre la comunità assieme al deputato di Eglinton/Lawrence Mike Colle, al consigliere della città di Toronto Josh Colle e al fondatore di  CASA – Columbus Athletic & Social Association Ian MacDonald si sta mobilitando per scongiurare la demolizione del Columbus Centre, Villa Charities continua ad organizzare gli incontri per consultare la comunità circa il fatidico progetto che porta oltre a quella di Villa Charities anche la firma del Toronto Catholic District School Board.
Gli incontri di un’ora nel boardroom del Columbus Centre sono tenuti dal presidente e Ceo Anthony DiCaita: il prossimo meeting è in programma il 25 settembre alle 6 pm. A questo faranno seguito altri incontri il 23 ottobre e il 28 novembre sempre alle 6 pm.
 
Villa Charities quindi, dopo essersi associata al board cattolico di Toronto per la costruzione di un nuovo edificio da condividere che sorgerà sulle macerie dell’attuale Columbus Centre, è stata obbligata dal ministro dell’Istruzione Mitzie Hunter a organizzare incontri in cui, almeno in teoria, la comunità può esprimere il proprio parere sul tanto discusso progetto. Villa Charities, dal canto suo, tramite questi incontri si prefigge lo scopo di informare e di aggiornare la comunità sul progetto di riqualificazione del Columbus Centre e Dante Alighieri Academy.  I meeting avrebbero quindi una funzione informativa e non lo scopo di mettere in discussione la validità del progetto.
 Intanto c’è silenzio assoluto su un nuovo progetto da sottoporre al ministro Hunter affinchè, se convinta, darebbe il via libera per lo stanziamento dei 32.8 milioni di dollari a favore del TCDSB. La domanda per ottenere il permesso di andare avanti con il progetto continua a rimanere davanti all’Ontario Municipal Board. 
La trasparenza riguardo questo progetto non c’è stata fin dall’inizio e ancora adesso che la comunità è in subbuglio sono molte le domande senza risposta. Non è affatto chiaro quali siano le intenzioni di Villa Charities e del board cattolico di Toronto. Quel che è sempre stato chiaro invece per la comunità italocanadese è che il Columbus Centre deve rimanere così come è adesso. Lo si può migliorare ma non radere al suolo. È proprio allo scopo di far presente il proprio malcontento che il deputato provinciale Mike Colle, il consigliere Josh Colle e Ian MacDonald con  i membri dell’associazione CASA hanno organizzato mercoledì 27 settembre dalle 5 alle 7 pm un “walk and rally”. I manifestanti si riuniranno davanti al parcheggio della chiesa di san Carlo Borromeo, all’incrocio di Dufferin Street con Lawrence Avenue, e da lì cammineranno lungo Dufferin, passeranno davanti alla Dante Alighieri Academy e faranno ritorno al punto di partenza. «Invitiamo la comunità a partecipare numerosa per mandare un messaggio chiaro e forte riguardo questo progetto – dice Colle – è importante fare sentire la nostra voce e ribadire ancora una volta che il Columbus Centre non si tocca. Giù le mani dal Columbus Centre
 

More in Canada