Doug Ford promette:
maggior impegno
sul sistema sanitario

di Francesco Veronesi del August 10, 2022

TORONTO - Un maggiore impegno nel tentativo di risolvere la crisi di personale che attanaglia il sistema sanitario dell’Ontario. A prometterlo è stato ieri il premier Doug Ford attraverso il Discorso dal Trono letto a Queen’s Park dalla vice governatrice Elizabeth Dowdeswell.

L’intervento, che delinea all’inizio di ogni legislatura le future linee guida dell’azione di governo, come sempre non entra nello specifico dei singoli provvedimenti che saranno presentati, ma semplicemente enuncia quelli che sono gli intenti dell’esecutivo per l’immediato futuro. In concreto con il discorso un piccolo passo avanti viene fatto: si riconosce infatti per la prima volta che esiste una situazione di crisi che sta attanagliando la sanità provinciale, un fatto questo negato con forza nei giorni scorsi dallo stesso premier e dalla ministra della Sanità Sylvia Jones. Mancano tuttavia indicazioni concrete su come poter risolvere l’emergenza che ha portato alla chiusura di numerosi pronto soccorso in tutta la provincia.

Nel Discorso dal Trono si ribadisce anche una “crescente senso di incertezza” globale, tra COVID-19 e la guerra in Ucraina, in particolare i suoi impatti sulle catene di approvvigionamento. Viene sottolineato l’aumento dei tassi di interesse in risposta all’elevata inflazione e si avverte che l’Ontario, come il resto del paese, deve essere preparato alla possibilità di un rallentamento economico a breve termine.

Parti integranti dell’agenda di governo sono la costruzione di autostrade e altre infrastrutture, l’attrazione di investimenti nella produzione di veicoli elettrici e una strategia commerciale qualificata che cerca di affrontare una carenza di manodopera.

“Con quasi 370.000 posti di lavoro attualmente vacanti, l'Ontario sta affrontando una carenza di manodopera generazionale con il più basso tasso di disoccupazione dal 1989. E una spesa senza precedenti durante la pandemia ha creato nuove sfide fiscali qui in Ontario e in tutto il Canada che richiederanno una gestione economica prudente nei mesi e negli anni a venire”.

Obbligato poi il passaggio sull'inflazione. “Le persone ora pagano di più per beni quotidiani come generi alimentari e benzina, mettendo a dura prova i bilanci familiari, in particolare per le famiglie a basso reddito. Le vacanze pianificate da tempo vengono messe da parte mentre i piccoli piaceri familiari come un pasto fuori in un ristorante locale preferito diventano fuori portata”.

“Nel loro insieme, queste incombenti sfide fiscali ed economiche non possono essere sottovalutate o ignorate. Devono essere affrontati a testa alta. E non ci sono soluzioni facili”.

Dopo il passaggio istituzionale obbligato, il governo ha poi deciso di accelerare sul fronte budget. Ieri pomeriggio il ministro delle Finanze Peter Bethlenfalvy ha ripresentato a Queen’s Park la legge di bilancio che aveva portato in parlamento la scorsa primavera, prima dello scioglimento della Camera e l’avvio della campagna elettorale che avrebbe portato al voto del 2 giugno. La Manovra presentata ieri dal governo presenta pochissime modifiche rispetto a quella di qualche mese fa: la più rilevante, un nuovo stanziamento da 225 milioni in fondi diretti ai genitori con figli in età scolastica.

Nel budget 2022 sono previsti 25,1 miliardi di dollari spalmati in 10 anni per l’espansione e la creazione di autostrade, strade e ponti in tutto l’Ontario, incluso il Bradford Bypass e la controversa Highway 413. Il governo ha anche stanziato 61,6 miliardi di dollari in 10 anni per progetti di trasporto pubblico, che includono la Ontario Line a Toronto, un sistema di trasporto rapido che collegherà l’Ontario Science Centre a Ontario Place, nonché una serie di estensioni della GO Rail. Saranno eliminate le doppie tariffe durante il trasferimento a GO Transit, un impegno che probabilmente avrà un impatto sulla maggior parte dei sistemi locali, ad eccezione di Toronto.

Messi da parte più di 40 miliardi di dollari nei prossimi 10 anni per le infrastrutture ospedaliere, 10 miliardi di dollari in più rispetto a quanto promesso nel 2021. Non verranno apportate modifiche alla copertura per i farmaci ai sensi dell’OHIP.

Un’aggiunta a sorpresa al bilancio di aprile è stato un credito d’imposta sul reddito personale destinato a compensare i costi di alcune spese mediche per l’assistenza domiciliare per le persone di età superiore ai 70 anni. Il credito offrirà agli anziani un rimborso fino al 25% delle spese ammissibili fino a 6.000 dollari per un credito massimo di 1.500 dollari.

Il credito sarà disponibile per gli anziani che guadagnano meno di 65.000 dollari all’anno e dovrebbe costare circa 110 milioni nel 2022. Il governo ha anche promesso di tagliare le tasse sul reddito per chi che guadagna meno di 50.000 dollari all’anno. Il credito d’imposta per individui e famiglie a basso reddito era originariamente disponibile per le persone che guadagnavano meno di 38.000 dollari all’anno.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.