CorrCan Media Group

Dorian “schiaffeggia” il Canada, blackout per 500mila persone

Dorian “schiaffeggia” il Canada, blackout per 500mila persone

TORONTO – Durante il fine settimana, Dorian ha colpito anche il Canada. A farne le spese sono state le cosiddette province Marittime, ossia Nova Scotia, New Brunswick, Newfoundland e Labrador, coinvolgendo anche il Quebec.

Sebbene ridotto ad uragano di categoria 1, Dorian ha colpito la costa orientale con raffiche di vento sino a 145 chilometri orari ed intense piogge.

Circa mezzo milione di abitazioni hanno perso l’energia elettrica a causa del passaggio dell’uragano. Solo in Nova Scotia ben quattrocentomila utenti della locale compagnia energetica sono rimasti al buio, con la municipalità di Halifax colpita in particolar modo.

Secondo i vertici della Nova Scotia Power – nonostante il dispiegamento, su tutto il territorio, di un migliaio tra tecnici ed operai – potrebbe essere necessaria sino ad una settimana per restituire l’energia a tutti gli utenti. Tetti divelti, alberi abbattuti dal vento, e – per fortuna – nessuna vittima, ma solo pochi lievi feriti colpiti da rami caduti o vetri infranti, nella città portuale, battuta dall’uragano.

Nel frattempo, Halifax Metro Transit – la locale società di trasporti pubblici – ha ieri sospeso tutte le linee bus e quelle di servizio traghetti, in attesa che le condizioni meteo tornino alla normalità. Intanto, il tragico bilancio del passaggio di Dorian sulle Bahamas (un arcipelago che comprende 500 isole, ndr) è salito a 43 vittime – tra cui l’italocanadese Alishia Liolli, di soli 27 anni – e centinaia di feriti, ma sarebbero circa duemila i dispersi di cui non si hanno più notizie.

Secondo le Nazioni Unite, almeno settantamila persone avrebbero perso la loro casa tra la Grande Bahama e le isole Abaco. Secondo i metereologi, Dorian si dissolverà – nella giornata di domani – sull’oceano Atlantico.

Giorgio Mitolo

More in Canada