Covid e vaccino,
milioni di canadesi
accettano le teorie complottistiche

di Francesco Veronesi del June 15, 2022

TORONTO - Il 9 ottobre 1970 il filosofo Leo Ferrari, lo scrittore Raymond Fraser e il poeta Alden Nowlan fondarono la Flat Earth Society of Canada (Società della Terra Piatta). L’intento era chiaramente provocatorio, come lo stesso Ferrari dichiarò in seguito: “La nuova era tecnologica si basa sull’assunto che la gente riponga una fede cieca sulle teoria accettate e allo stesso tempo respinga le prove che arrivano dai loro sensi”.

No, la Terra non è piatta. Eppure la teoria che sostiene che il nostro Pianeta sia piatto e non sferico nei decenni ha preso piede e oggi esistono gruppi più o meno organizzati, sparsi in tutto il mondo, che sostengono l’insostenibile. Si rinnega la scienza, insomma, a favore di teorie strampalate che continuano a fare presa.

La pandemia di Covid, negli ultimi due anni, ha trovato terreno fertile in questo contesto. La più grave crisi sanitaria degli ultimi cent’anni ha visto il rifiorire di teorie negazioniste, complottiste, cospirazioniste, dall’origine del Covid al vaccino, passando per gli interessi delle élite mondiali e del Big Pharma.

Ieri Abacus ha presentato la terza parte di un sondaggio che ruota attorno proprio alla presa di queste teorie sulla popolazione canadese, focalizzando la sua attenzione sulla pandemia. E anche questa volta i risultati sono davvero sconvolgenti: siamo davvero di fronte a un “terrapiattismo pandemico” in salsa canadese.

Stando allo studio demoscopico in questione, il 19 per cento dei 1.500 intervistati (che in proporzione equivarrebbe a 5,6 milioni di canadesi adulti) ritiene che i vaccini sviluppati per contrastare il Covid-19 abbiano in realtà ucciso moltissime persone e su questa strage sia il governo che i media abbiano deciso di non raccontare la verità.

Nel sondaggio emerge un altro dato ancora più sorprendente. L’11 per cento del campione (equivalente a 3,3 milioni di maggiorenni canadesi) pensa che i vaccini anti Covid contengano microchip segreti sviluppati per controllare e il comportamento degli stessi vaccinati. Un altro 14 per cento degli intervistati rivela che questo potrebbe essere uno scenario plausibile ma non ne hanno certezza.

Dallo studio di Abacus, inoltre, si mette in luce come il 9 per cento degli intervistati (che corrispondono a 2,7 milioni di adulti) concorda sul fatto che il Covid sia stato causato dallo sviluppo della tecnologia 5G, in quanto le frequenze elettromagnetiche indebolirebbero il nostro sistema immunitario.

Anche in questo caso Abacus ha cercato di capire come questo tipo di teorie attecchiscano in determinate frange politiche dell’elettorato canadese. Il risultato è lo stesso del precedente sondaggio. La maggioranza di chi crede alla teoria del complotto si definisce sostenitore del People’s Party di Maxime Bernier e sebbene il cospirazioni copra tutto lo spettro politico parlamentare ed extraparlamentare del Canada, a livello partitico il negazionismo sul Covid trova terreno fertile soprattutto nell’elettorato conservatore.

Nella sua analisi finale, Abacus fa il punto sui risultati dei tre sondaggi sul cospirazionismo in Canada. “Insieme agli altri dati che abbiamo rivelato nelle nostre prime ricerche, vediamo che milioni di canadesi sono aperti a idee che sembrano non avere plausibilità. Questa erosione della razionalità e della fiducia è una sindrome che rappresenta un rischio per tutte le organizzazioni che dipendono da un elettorato riflessivo e impegnato”.

Insomma, la Terra è davvero piatta, la scienza mente e il Covid-19 ne è la prova, secondo una fetta non irrilevante della popolazione canadese. Andiamo davvero bene...

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.