Corsa alla leadership,
valanga di iscrizioni
al Partito Conservatore

di Francesco Veronesi del July 4, 2022

TORONTO - Una vera e propria valanga di iscrizioni al Partito Conservatore in vista del voto per il nuovo leader. La conferma è arrivata dalla stessa Leadership Election Organizing Committee, commissione interna che si occupa di amministrare l’intero processo decisionale che porterà all’elezione del successore di Erin O’Toole. I dati preliminari parlano di circa 675mila iscrizioni, un numero che fa impallidire la cifra record raggiunta nel 2020, quando gli iscritti al Partito Conservatore con il diritto di voto erano arrivati a quota 269.469.

“Quella che abbiamo visto è davvero una crescita straordinaria e storica della lista degli iscritti”, ha dichiarato Ian Brodie, presidente del Comitato organizzatore del partito.

Stando ai dati presentati dai conservatori, tra febbraio e giugno circa 613mila persone si sono iscritte. Di queste 45.000 sono vecchi iscritti che hanno rinnovato la tessera del partito, mentre le altre sono tutte nuove iscrizioni. “Le campagna per la leadership - ha continuato Brodie - ha avuto una portata straordinaria in tutto il Paese nella vita dei canadesi soprattutto per il livello di coinvolgimento”.

Nel fine settimana l’elenco preliminare è stato inviato a tutti candidati alla leadership per la revisione. I sei aspiranti leader avranno tempo fino a questa sera per richiedere la rimozione o l’aggiunta di determinati iscritti all’elenco ufficiale.

Nel dettaglio, la richiesta di rimozione dalla lista dei votanti avanzata da un determinato candidato dovrà essere accompagnata da una spiegazione plausibile, come ad esempio l’eventuale doppia iscrizione di un membro con due indirizzi diversi. Sarà poi compito della stessa commissione del partito dirimere le controversie che si verranno a creare. Fino a questo momento circa 6.500 iscrizioni sono già state contrassegnate come non conformi, il che significa che non hanno seguito le regole del partito o delle elezioni federali.

La maggior parte delle iscrizioni non conformi sono state abbandonate perché erano state pagate da qualcuno diverso dall'iscritto. Il numero di iscrizioni non conformi è in linea con ciò che il partito ha visto nelle passate gare per la leadership. Il partito non rilascerà informazioni su quanti membri sono stati iscritti attraverso le singole campagne, ma una fonte ha detto che la maggior parte dei tesserati si è iscritta online, compresi i siti web dei candidati e il portale web del partito.

Per quanto riguarda la corsa, il candidato da battere resta Pierre Poilievre. Il deputato di Carleton, secondo gli ultimi sondaggi, continua a godere di un vantaggio abissale rispetto agli altri candidati. Con il 57 per cento delle intenzioni di voto a suo favore, Poilievre ha accumulato un vantaggio di oltre 30 punti percentuali nei confronti del principale sfidante: Jean Charest per ora non va oltre il 14 per cento, mentre il terzo incomodo Patrick Brown si posiziona attorno al 7 per cento.

Staccatissimi gli altri candidati Leslyn Lewsis, Scott Aitchison e Roman Baber. Per l’ex premier del Quebec rimane un’unica speranza, quella del meccanismo di ripescaggio dei voti per l’eventuale secondo e terzo ballottaggio che potrebbe in qualche modo rimetterlo in gioco. Il nuovo leader del partito verrà eletto il 10 settembre a Ottawa.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.