CorrCan Media Group

Columbus Centre: Tory, lezione di italianità alla VCI e al TCDSB

Columbus Centre: Tory, lezione di italianità alla VCI e al TCDSB

TORONTO – John Tory si schiera con la comunità. Senza se e senza ma.
È categorico il messaggio contenuto nella email inviata al Corriere Canadese riguardo la prospettata demolizione del Columbus Centre.
Tory ha partecipato al rally organizzato lo scorso 27 settembre dall’mpp Mike Colle, dal consigliere Josh Colle e dalla Columbus Athetic and Social Association guidata da Ian Macdonald.
Il sindaco ha chiacchierato con i manifestanti, ha ascoltato le loro ragioni, ha percepito la loro frustrazione e l’affetto che provano per questo centro comunitario alla cui costruzione hanno partecipato con donazioni facendo spesso mille sacrifici. 
Ha ben chiaro nella mente Tory la nascita del centro al 901 Lawrence Avenue West: il sindaco ricorda i leader che idearono il progetto recarsi spesso nell’ufficio dell’allora premier per chiedere aiuti finanziari. “Da allora il Columbus Centre è fiorito principalmente perchè sostenuto, utilizzato e amato dalla comunità”, scrive Tory. 
Quella comunità che ha fortemente voluto questo centro che sarebbe diventato un punto di riferimento italian-style per cultura e programmi e che oggi rivendica il diritto di proteggere questo suo fiore all’occhiello a Toronto. 
Tory, proprio in virtù di questo, afferma senza giri di parole che deve essere la gente a decidere sul destino del Columbus Centre. Nessun altro. 
“Questo centro è stato possibile grazie alla comunità e il suo futuro dovrebbe essere deciso dalla comunità” scrive ancora il primo cittadino che è sceso in campo a spada tratta. 
Finora sono stati davvero pochi i politici usciti allo scoperto per sostenere la comunità in questa lotta ad armi impari con Villa Charities Inc e il Toronto Catholic District School Board: Tory ha dimostrato invece che bisogna prendere posizione e non sostenere un progetto che affossa la volontà della gente, che scalfisce nell’orgoglio chi si è impegnato con passione nella costruzione di un’icona italiana. 
Se da un lato il primo cittadino offre il suo sostegno alla comunità, dall’altro non manca di sferrare un attacco, pur senza menzionarli, a Villa Charities Inc. e al TCDSB. “Coloro che cercano di demolire il Columbus Centre non hanno svolto a dovere i propri compiti – scrive ancora Tory” che cita la mancanza di una consultazione “genuina, rispettosa e completa” con la comunità. Chi vuol capire, capisca.
La conclusione del sindaco Tory è decisa e non lascia spazio ad alcun dubbio. “Finchè non avrò  la certezza che qualsiasi progetto futuro per il Columbus Centre potrà contare sul sostegno della comunità in generale, non posso appoggiare nessuna proposta che metta in pericolo  il successo stimabile di oggi”, conclude.
More in Canada