CorrCan Media Group

Case, il mercato riparte: crescono prezzi e vendite

Case, il mercato riparte: crescono prezzi e vendite

TORONTO – Il mercato immobiliare di Toronto e dintorni torna a correre. E non lo fa ai ritmi forsennati dei primi mesi del 2017, ma registra incoraggianti segnali di ripresa sia sul fronte dei prezzi sia su quello del volume totale delle vendite. La conferma è arrivata ieri con la presentazione del rapporto mensile del Toronto Real Estate Board (TREB), dove viene messo in luce come a ottobre il prezzo medio di un’abitazione a Toronto abbia subito un aumento di poco inferiore all’1 per cento rispetto a settembre, stabilizzandosi a quota 780.104 dollari. Su base annua, invece, la crescita è stata più consistente, pari al 2,3 per cento.
Il secondo dato che testimonia come il real estate della GTA stia ripartendo è dato dal numero delle case vendute: a ottobre in tutta Toronto hanno cambiato proprietario 7,118 unità abitative, con un balzo in avanti superiore al 12 per cento rispetto al mese precedente.
Tuttavia le diverse tipologie abitative non hanno seguito la stessa traiettoria, almeno per quanto riguarda i prezzi medi. Secondo il TREB, infatti, a registrare la crescita più consistente sono stati gli appartamenti, che su base annuale hanno visto un incremento del valore pari al 22 per cento, stabilizzandosi al prezzo medio di 523mila dollari. Positiva, anche se non agli stessi livelli, la crescita delle townhouse, che in media hanno raggiunto quota 629.500 dollari con un aumento del 7,4 per cento. Salgono pure i prezzi per le villette semi indipendenti (semi-detached home), con un più 6,3 per cento che ha fatto lievitare il costo medio fino a 764mila dollari. A ottobre sono stati invece in controtendenza i dati relativi alle villette indipendenti (detached house), che hanno registrato una contrazione del 2,5 per cento e si sono attestati in media attorno a un milione di dollari. 
Il rapporto del TREB conferma quindi come il mercato immobiliare, dopo cinque mesi di stallo, si sia rimesso in moto. Nulla di sorprendente per gli analisti, che avevano previsto un progressivo raffreddamento nei mesi estivi dovuto in parte anche dai provvedimenti adottati dal governo per calmierare il real estate torontino che nei primi mesi dell’anno sembrava fuori controllo. Il mercato immobiliare di Toronto sta quindi seguendo la stessa dinamica che abbiamo già visto a Vancouver, dove ci fu un sostanziale raffreddamento dopo l’intervento del governo provinciale che durò appena quattro mesi.
More in Canada