CorrCan Media Group

Case di cura tra problemi di ieri e Covid-19

Case di cura tra problemi di ieri e Covid-19

Case di cura tra problemi di ieri e Covid-19

TORONTO – È nelle case di cura che è avvenuto l’81% delle morti causate dal Covid-19 in Canada. Ad affermarlo è il chief public health officer del Paese, Theresa Tam.

Le case di cura a lunga degenza sono state colpite – e continuano ad esserlo – dal virus che semina morte con maggiore facilità in queste strutture. Da qui lo spiegamento di truppe militari nelle residenze maggiormente colpite in Ontario e Quebec e la richiesta di una inchiesta pubblica avanzata dalla leader dell’Ndp Andrea Horwath.

Ma mentre il premier Ford non ha accolto la mozione ed ha optato invece per una “revisione” di queste strutture, a sostenere la necessità di una inchiesta pubblica è ora anche la Ontario Long Term Care Association (OLTCA) secondo la quale una revisione risolverà i “problemi di vecchia data con il modello provinciale per le case di cura” ma che per contrastare la minaccia senza precedenti di coronavirus “è necessario intervenire immediatamente in merito ai dispositivi di protezione individuale e al livello di personale”.

«Le indagini pubbliche sono importanti, ma richiedono anni – ha dichiarato Donna Duncan, Ceo di OLTCA – dobbiamo concentrarci su soluzioni immediate per proteggere i nostri residenti e gli eroi in prima linea che si prendono cura di loro per poi affrontare attentamente le questioni sistemiche di vecchia data che il Covid-19 ha messo maggiormente in luce».

Diversi fattori – una popolazione residente fragile e anziana, vecchi edifici con poco spazio per separare i malati dai quartieri abitativi sani e angusti e frequenti contatti tra residenti e caregiver – creano le condizioni per il diffondersi dei contagi.

Intanto cinque membri delle Canadian Forces al lavoro in case di cura dove a causa della malattia è diminuito il personale, hanno contratto il Covid-19. Quattro militari si trovano in Quebec, uno in Ontario: sono ben 25 le strutture della provincia francofona dove sono scoppiati i più grandi focolai di Covid-19, cinque quelle dell’Ontario.

Nel frattempo il direttore responsabile di Markhaven Home for Seniors, Mike Bakewell, ha dichiarato che “il focolaio di coronavirus nella residenza è terminato”. Nella casa di cura sono morti 18 residenti mentre 34 anziani e 24 membri dello sta# hanno contratto il virus.