Campagna elettorale, Ford alza
il salario minimo a 15 dollari

di Francesco Veronesi del November 3, 2021

TORONTO - Meglio tardi che mai. Il governo provinciale ha deciso di alzare il salario minimo a 15 dollari l’ora, a partire dal prossimo gennaio. Con un annuncio in pompa magna, accompagnato dal ministro delle Finanze Peter Bethlenfalvy e del ministro del Lavoro Monte McNaughton, Doug Ford ha rispolverato un provvedimento che era già stato approvato dal precedente governo guidato da Kathleen Wynne, una misura che era stata poi bloccata e accantonata dallo stesso premier conservatore dopo aver vinto le elezioni del 2018. Secondo i calcoli del governo, l'aumento in busta paga dovrebbe riguardare 760mila lavoratori in Ontario.

Pur essendo lontani sette mesi dal voto, ci troviamo in piena campagna elettorale. L’intento di Ford è abbastanza chiaro, anche nella scelta della location nella quale è stata fatta la conferenza stampa di presentazione del progetto di legge: la sede della Local 414 di Milton, con la presenza di due tra i principali sindacalisti del Canada, il presidente della Unifor Jerry Dias e il segretario dell’Ontario Public Service Employees Union, Smokey Thomas.

E anche la scelta delle parole utilizzate dal premier contribuisce ad alimentare la narrazione del leader conservatore, che in questa fase sta cercando di accattivarsi il consenso di una determinata fascia elettorale in vista del voto del prossimo 2 giugno.

“I lavoratori dell’Ontario sono stati gli eroi non celebrati di questa pandemia, perché hanno rifornito gli scaffali, mantenuto in movimento la nostra catena di approvvigionamento e aiutato così tanti di noi a consumare un pasto tra familiari e amici in un ristorante locale”, ha detto Ford. “Quando abbiamo chiesto ai leader sindacali quali fossero le loro priorità, l’aumento del salario minimo era in cima alla lista.

Mentre il costo della vita continua a salire, il nostro governo è orgoglioso di lavorare per i lavoratori, mettendo più soldi nelle loro tasche aumentando il salario minimo”. Parole alle quali ha fatto eco anche il ministro delle Finanze. “Un incredibile debito di gratitudine è dovuto ai lavoratori dell’Ontario. Questi uomini e donne dedicati hanno mantenuto gli scaffali dei negozi riforniti e le catene di approvvigionamento che attraversano la pandemia”, ha dichiarato Peter Bethlenfalvy.

“Tuttavia, riconosciamo anche che per troppo tempo i lavoratori sono rimasti indietro e che i salari per molti non hanno tenuto il passo con il costo della vita. Avevano le spalle dell’Ontario, e ora il nostro governo ha le loro. I lavoratori dell’Ontario dovrebbero essere in una corsa verso l’alto, non in una corsa verso il basso”.

Ma come si spiega questo repentino cambiamento di idea riguardo il salario minimo? Secondo il premier, la molla che ha fatto scattare la necessità di alzare la paga base è stato il Covid-19.

“Non possiamo paragonare mele con arance - ha aggiunto Ford durante la conferenza stampa - nel 2018 non c’era la pandemia e tutte le pesanti conseguenze che abbiamo avuto”.

Insomma, il potere d’acquisto delle classi meno abbienti - è questo il ragionamento del premier - è crollato a causa della pandemia e per questo motivo il governo vuole intervenire per metterci una pezza. In ogni caso le opposizioni sono sul piede di guerra, giudicando la mossa del governo con il metro del “troppo poco, troppo tardi”.

"Cancellando il salario minimo previsto di $ 15 tre anni fa - ha sottolineato Andrea Horwath leader dell’Ndp - Doug Ford ha tolto più di $ 5.300 dalle tasche dei lavoratori dell’Ontario fino ad oggi. Il costo di tutto è salito alle stelle da allora – come l’alloggio, l’assicurazione auto, il cibo e il gas – e $ 15 l’ora non sono più sufficienti. I lavoratori hanno bisogno di un minimo di $ 17 l’ora per coprire il costo della vita. I neodemocratici non hanno mai creduto nelle politiche a basso salario di Doug Ford per i lavoratori dell’Ontario – crediamo che tutti i lavoratori dovrebbero avere la possibilità di costruire una vita dignitosa qui".

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.