Aeroporti, la disorganizzazione
regna sovrana

di Marzio Pelu del July 4, 2022

TORONTO - Prosegue l'estate rovente dei viaggi più simili a "odissee" che a vacanze: lunghe file, voli cancellati, ritardi e bagagli smarriti sono ormai all'ordine del giorno all'aeroporto Pearson di Toronto e nei principali aeroporti canadesi. "Stiamo assistendo agli stessi identici problemi che si verificano in tutti i principali hub aeroportuali del mondo", ha detto domenica a CTV News Jennifer Weatherhead, fondatrice di travelandstyle.ca.

"L'Europa e gli Stati Uniti stanno a loro volta affrontando molti di questi problemi. Le compagnie aeree non hanno abbastanza piloti per coprire i voli". Del resto, l'industria aeronautica ha tagliato migliaia di posti di lavoro durante la pandemia di Covid-19, quando la domanda di viaggi è crollata. Ora, con l'abolizione delle restrizioni, la domanda di viaggi è rimbalzata ma i livelli di personale non hanno tenuto il passo. E le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Conseguenze che potevano essere evitare: era ovvio che con la caduta delle restrizioni ci sarebbe stato l'assalto agli aeroporti. Bastava prepararsi.

Tantissime le testimonianze di disagi patiti dagli utenti nei vari aeroporti canadesi. Un caso emblematico è sicuramente quello di Dean, che ha cercato i suoi bagagli per la bellezza di sedici giorni dopo essere arrivato a Toronto. L'uomo ha raccontato a CP24 di essere arrivato da Calgary con un volo diretto, atterrando intorno alle 00.30 del 17 giugno. Per tre ore ha aspettato i suoi bagagli, inutilmente. Quindi, ha aspettato in fila per il servizio clienti per un'ora, ma quando è stato il suo turno non ha ricevuto alcuina risposta sui suoi bagagli. E più di due settimane dopo, le valigie non si trovano da nessuna parte. "Sono tornato all'aeroporto tre volte. E sono passati sedici giorni. Ho guardato più e più volte queste 2.000 valigie qui (lasciate all'aeroporto) per trovare la mia. Niente", ha detto Dean che è soltanto uno delle migliaia di viaggiatori che hanno cercato disperatamente i loro bagagli nel più grande aeroporto del Canada. Migliaia di valigie continuano a rimanere nell'area-ritiro del Pearson, in attesa che i loro proprietari li ritirino. E sui social media i viaggiatori continuano a sfogare la loro rabbia, chiedendo alle compagnie aeree di trovare i loro bagagli.

Il problema, spiega la Greater Toronto Airport Authority, dipende dalla concomitanza di una serie di fattori: "ritardi e cancellazioni dei voli, carenza di personale e interruzioni meccaniche temporanee del sistema dei bagagli".

Secondo i dati di FlightAware forniti a CTV News, nel mese scorso il 7,7% dei voli di linea in Canada è cancellato, rispetto all'1,6% del 2019, prima della pandemia. E dei voli di linea in giugno, il 49,5% ha subìto ritardi. E probabilmente il peggio deve ancora arrivare.

In alto, l'eloquente foto pubblicata da Moukhtar Nsouli su Twitter (@mfnsouli) il 26 giugno: "Ritiro bagagli all'aeroporto Pearson di Toronto. Praticamente tutti i voli di @AirCanada per gli Stati Uniti sono stati cancellati negli ultimi tre giorni. Proviamo a trovare la nostra valigia", ha scritto Moukhtar nel suo tweet

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.