CorrCan Media Group

Trudeau giunge in Perù, poi Parigi e Londra

Trudeau giunge in Perù, poi Parigi e Londra

TORONTO –  È iniziato ieri il viaggio di nove giorni del primo ministro Justin Trudeau che lo porterà a Lima, Parigi e Londra. 
Domenica però rientrerà a Ottawa per incontrare il premier della British Columbia John Horgan e il premier dell’Alberta Rachel Notley nel tentativo di risolvere la disputa sul progetto del gasdotto Trans Mountain. Le tensioni sopra l’impasse del gasdotto hanno raggiunto un nuovo picco questa settimana quando Kinder Morgan, in attesa delle rassicurazioni del governo federale sul fatto che il progetto sarebbe andato avanti, ha bloccato tutte le spese non essenziali per il progetto di espansione.
Il viaggio in Perù e nel Vecchio Continente, durante il quale parteciperà a due summit internazionali, è visto come un’opportunità per Trudeau di riconquistare popolarità dopo i viaggi ampiamente criticati in  Cina e in India oltre che per promuovere nuovi partner commerciali per il Canada. La sua prima tappa è Lima, in Perù, dove i leader di oltre 30 paesi dell’emisfero occidentale si riuniranno per l’VIII Summit delle Americhe.
Ci sono state speculazioni sulla possibilità che durante il vertice, Canada, Stati Uniti e Messico avrebbero annunciato una qualche forma di intesa in linea di principio su un nuovo accordo di libero scambio nordamericano (Nafta), ma la decisione dell’ultimo minuto del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di non partecipare al summit ha smorzato gli entusiasmi e messo in discussione l’intero programma dell’evento.
La Casa Bianca ha reso noto che Trump ha cancellato il suo viaggio in Sudamerica a causa dell’aggravamento della situazione siriana. 
Il vicepresidente Mike Pence andrà in Perù al suo posto. “Il presidente non parteciperà all’ottavo summit delle Americhe a Lima, in Perù, e non andrà a Bogotà, in Colombia, come previsto. Su richiesta del presidente – si legge nella nota della portavoce, Sarah Huckabee Sanders – il vicepresidente viaggerà al suo posto. Il presidente resterà negli Stati Uniti per supervisionare la risposta americana alla Siria e monitorare gli sviluppi nel mondo”.
Clou del Summit a Lima sarà con tutta probabilità la crisi politica in Venezuela.
Sempre in Perù Trudeau avrà anche una rara opportunità di incontrare la più grande coalizione commerciale dell’America Latina, il Mercosur, che annovera tra i suoi membri Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay.
Dopo la tappa a Ottawa, Trudeau si recherà quindi a Parigi in visita ufficiale per rafforzare ulteriormente la stretta e importante relazione del Canada con la Francia. Questa sarà un’opportunità per il primo ministro per migliorare i legami commerciali e di investimento tra i due paesi e creare una crescita economica a vantaggio delle persone su entrambe le sponde dell’Atlantico. Non mancheranno  colloqui su altri temi come  i cambiamenti climatici, la parità di genere, la diversità e l’inclusione.
A Londra, il primo ministro incontrerà  la premier Theresa May per sviluppare una partnership economica e commerciale e avrà anche un’udienza con la Regina Elisabetta II. 
Nella capitale del Regno Unito assieme ai leader di altre 52 nazioni parteciperà al meeting del Commonwealth Heads of Government, dove il commercio sarà in cima all’agenda. 
 
More in Calcio