CorrCan Media Group

Ibrahimovic, 500 gol festeggiati con una magia

Ibrahimovic, 500 gol festeggiati con una magia

TORONTO – Il vecchio lupo giramondo ha scelto Toronto per regalarsi e regalare il 500mo gol della sua spesso controversa, ma sempre strepitosa, carriera.
Una torsione a volo di 360 gradi, la punta dello scarpino ad arpionare il pallone che gli cadeva nei pressi a due metri e mezzo di altezza. Un giocatore normale non ci sarebbe arrivato. Lui, Ibra, lo ha raggiunto trasformandolo in quello che lui stesso ha poi definito: Il Dio del Gol.
Quando lo svedese giramondo – che ha scelto la Città degli Angeli per guadagnarsi l’ultimo ingaggio – ha segnato, il risultato era 3-0 per il Toronto. La prodezza dello svedese ha caricato i suoi compagni e scioccato i torontini, raggiunti sul 3-3. Poi, però, è finita 5-3 per Giovinco e soci.
In questa partita sia il Toronto FC che il Los Angeles Galaxy avevano bisogno dei tre punti per tenere accese le speranze di playoff, che alla luce della situazione in classifica (vedere in fondo) sembrano irraggiungibili.
Lo stadio in riva al lago non è strapieno, ma i presenti accolgono Ibra come la star che è Lo svedese corricchia in campo e prova ad illuminare il gioco della sua spenta Galassia. Il Toronto, in questa fase, predica bene e razzola meglio. Tre gol in 36 minuti.
Apre le danze lo spagnolo Vaquez con un colpo di testa su cross del terzino olandese arrivato dal Cagliari, Van Der Wiel. Il raddoppio è di Altidore innescato da Osorio.
Al 36′ triplica Giovinco con un diagonale da media distanza raccogliendo un passaggio che era destinato ad Altidore. In pratica Giovinco ha passato a se stesso e poi ha segnato. A tre minuti dall’intervallo ecco la prodezza di Ibra. Il colpo dello scorpione, tacco volante in girata, lo fa entrare nel libro dei record. È il suo 500mo gol in carriera. Ibra diventa così il terzo calciatore in attività a raggiungere questo traguardo dopo Lionel Messi e Cristiano Ronaldo.
Il 36enne attaccante svedese poco dopo si autocelebrerà su Twitter definendosi il “Dio dei gol”, con tanto di verso a Thor con un pallone al posto del martello.
Ibra aveva già segnato alcuni gol spettacolari come al suo debutto nel Galaxy all’inizio di marzo. Oltre i 17 nella Mls, Ibra ha ne ha messi dentro 156 nel Psg, 66 nell’Inter, 56 nel Milan, 48 nell’Ajax, 29 nel Manchester Unites, 26 nella Juventus, 22 nel Barcellona, 18 nel Malmo e 62 con la Nazionale svedese.
I Galaxy sono riusciti a pareggiare per poi perdere per 5-3. La rete che ha sbloccato il 3-3 è stata realizzata da Osorio, poi Chapman ha messo in ghiaccio la vittoria con la quinta rete. Nonostante le vittoria il Toronto Fc resta nove punti dalla sesta posizione quando ai Reds restano sei partite da giovare.
E tra il Montreal (sesto in classifica) e il Toronto ci sono anche Dc United e New England. Mercoledi’ i Reds ospiteranno la squadra campione del Messico, Tigers UANL, nella partita Campoenes Cup.
ANCELOTTI APPLAUDE Dai social sono arrivati anche i complimenti dell’attuale tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, che conosce Ibrahimovic dai tempi del Psg: “Che gol! Congratulazioni a uno dei giocatori più forti che io abbia mai allenato. Ben fatto amico mio”.

Classifica Eastern Conference

Atlanta p. 57 (g. 28)
NY Red Bulls 55 (g. 28)
NY City 49 (g. 29)
Columbus 44 (g. 28)
Philadelphia 40 (g. 28)
Montreal 39 (g. 29)
———-
DC United 34 (g. 27)
New England 34 (g. 28)
Toronto 30 (g. 28)
Orlando 24 (g. 27)
Chicago 24 (g. 27)

Classifica Western Conference

Kansas City p. 51 (g. 28)
Dallas 50 (g. 28)
Los Angeles Fc 47 (g. 28)
Salt Lake 45 (g. 29)
Seattle 44 (g. 27)
Portland 44 (g. 28)
————–
Vancouver 40 (g. 28)
LA Galaxy 38 (g. 29)
Houston 31 (g. 28)
Minnesota 30 (g. 28)
San Jose 27 (g. 28)

More in Calcio