CorrCan Media Group

Gold Cup, Canada fuori con una figuraccia

Gold Cup, Canada fuori con una figuraccia

TORONTO – Il Canada aveva il coniglio per la testa, ma se l’è lasciato scappare ed ora a giocarsi la Gold Cup sarà la nazionale di un’isola piccola e scalcagnata, Haiti.

Il 3-2 in rimonta dei caraibici è stato possibile grazie ad una serie di errori macroscopici del Canada che, dopo aver dominato il primo tempo (due gol, una traversa e numerose palle gol sprecate), nella ripresa ha giocato con spocchiosa superficialità regalando agli avverasi chance d’oro per la remuntada.

Gli errori portanto la firma dei giocatori, ma le resposabilità maggiori vanno a John Hardman.

Il Ct passato sulla panchina degli uomini dopo aver lasciato quella delle donne, non ha saputo frenare il crollo dei suoi con cambi tattici e sotituzioni che sarebbero state necessarie come il pane.

La trovata di Hartman di schierar come esterno difensivo (terzino, tanto per capirci) Alphonso Davies il giovane attaccante che il Bayern ha comprato con una barca di milioni, Alphonso Davis, e’ stata controducente al massimo.
Perche’ 1) ha privato il Canada di un attacante veloci che avrebbe potuto punire gli haitinai in contropiede; 2) Alphonso si è fatto “mangiare” da Guerrier in occasione del gol decisivo, quello del 3-2.

Alphonso aveva propiziato la prima rete del match servendo su punizione Jonathan David, lasciato solo dagli avversari. La cannonata di Davis gonfiava la rete degli isolani. Era i9l 18 e dieci minuti dopo Lucas Cavallini drillava anche il portiere d epositava nella porta vuola la palla del 2-0. Una traversa colpita da Davies e diverse occasioni sprecate chiudevano il primo tempo dominato dai canadesi.

Poi nella ripresa, il crollo. Dopo cinque minuti Marcus Godinho tocca all’inidetro un palla che poteva bemnissimo giocare disersamnente. Sul retropassaggio il poriere Milan Borjan si addormenta, invece di rilanciare cerca di dribblare l’accorrente Duckens Nazon ma la palla resta all’haitiano che la deposita in rete: 2-1 al 50′. La rete galvanizza Haiti, mentre il Canada, tropo timorso, arretra il baricentro.

È a questo punto che Hartman avrebbe dovuto almeno sostituire il meno in palla dei suoi difensori, Godinho. Ed è lo stesso Godinhyo che poi finisce di inguaiare il Canada quando, al 70, entra in forbica,da dietro, su Herve Bazile. Lo stesso Bazile segna il calcio di rigore: 2-2 al 70′. Sei minuti dopo il patatrac conclusivo: Davies concede troppo spazio al suo avversario diretto, Wilde-Donald Guerrier, che controlla la palla, dribbla Alphons e deposita in rete: 3-2 al 76′.

Il Canada ora attacca senza costrutto. A 5 minuti dalla fine una rete del capitano Atiba Hutcinson viene annuillata per fuorigioco. Finisce, dunque, 3-2 e per la prima volta nella loro storia, i Grenadiers arrivano in semifinale.

Il Canada invece torna a casa dopo quarti, essatamnte come nel 2017 quando il Ct era tale Octavio Zembrano. Il Canada vinse la Copa de Oro nel 2000, quando in panchina aveva un allatore vero, il tedesco Holger Osieck. Ora il Canada cercherà di qualificarsi per il mondiale del 2022. Senza un Ct con gli attributi diffIcilmente ci riucirà, nonostante per la prima volta dal 1984 il Canada ha un bel gruppo di giovani talenti presumibilmente in grado di raggiuntere la seconda qualficazione mondiale
Oggi Messico-Haiti
In semifinale Haiti se la vedrà, oggi martedì 2, con il Messico di al Tata Martino che ha avuto biogno dei ruigoi per elimnare Costa Rica. Per avere la meglio sulla Costa Rica, infatti, il Tricolor ha bisogno dei calci di rigore. I tempi regolamentari terminano sull’1-1, con vantaggio messicano di Raul Jimenez a fine primo tempo e pareggio di Bryan Ruiz a inizio ripresa. Il risultato di parità regge anche ai supplementari e a decidere chi volerà in semifinale è il dischetto. Per la squadra di Martino sbaglia proprio Jimenez, ma gli errori di Leal e Fuller spediscono comunque il Messico in semifinale.
Domani Usa-Giamaica
Nell’altra semifinale gli Stati Uniti si batteranno con la Giamaica. Nei quarti gli americano avevano eliminato Cuaracao per 1-0, mentre la Giamaica si era imposta a Panama sempre per 1-0.
Rooney ferma Toronto Fc
WASHINGTON – I minuti finali delle partite del Toronto Fc sono spesso al cardiopalma. Dopo i due rigori assegnati nel lunghissimo recupero della partita Toronto-Atlanta, un penalty ha deciso l’1-1 finale del match con il DC United di Wayne Rooney. I Reds di toronto erano passati in vantaggio al 19′ quando De Loen aveva spinto in rete un ottimo passaggio di Lyareta. La reazione del Dc, passava per i piedi del “vecchio” Rooney, ma i suoi assist non erano sfruttati dai suoi compagni. Quando sembra che la paryita fosse finita Ayo Akinola, entrato pochi minuti prima, commette un fallo in mischia. Per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Rooney non fallisce.

Nella foto, in alto il gol decisivo, in basso l’esultanza di Guerrier

More in Calcio