CorrCan Media Group

Global Citizen Award e il mini rimpasto in attesa dell’Onu

Global Citizen Award e il mini rimpasto in attesa dell’Onu

 TORONTO – Prima il Global Citizen Award e il mini rimpasto di governo, poi l’atteso intervento all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. È una trasferta piena di impegni quella americana di Justin Trudeau, che ieri sera ha ricevuto il prestigioso riconoscimento messo in palio ogni anno dall’Atlantic Council per “gli individui che hanno dato un contributo straordinario per il rafforzamento delle relazioni transatlantiche”. Il leader liberale ha ricevuto il Global Citizen Award durante una serata di gala dalle mani della regina Rania di Giordania, attivista e promotrice di diverse iniziative per le Nazioni Unite e per l’Unicef sui diritti delle donne e in difesa dei bambini nei Paesi attanagliati dalla fame e dalle carestie. Con Trudeau è stato premiato anche il presidente sudcoreano Moon Jae-in: in questo caso il premio è stato consegnato dalla presidente del Fondo monetario Internazionale Christine Lagarde. 

Nel frattempo il primo ministro ha deciso di effettuare anche un mini rimpasto di governo che ha interessato solamente alcuni segretari parlamentari. 
Il cambiamento più importante riguarda Bill Blair: l’ex capo della polizia di Toronto, oltre a rimanere il braccio destro del ministro della Giustizia Jody Wilson-Raybould, assume anche l’incarico di segretario parlamentare del ministro della Sanità Ginette Petitpas Taylor. È chiaro come Trudeau abbia voluto ampliare il ruolo di Blair in quanto responsabile dell’intero impianto legislativo sulla legalizzazione della cannabis. Altri cambiamenti riguardano Joël Lightbound, che diventa segretario parlamentare del ministro delle Finanze, Alaina Lockhart (Piccole aziende e Turismo), Don Rusnak (Servizi per i Nativi) e Yvonne Jones (Relazioni governo e Nativi). Chris Bittle, infine, diventa il vice capogruppo di maggioranza alla House of Commons al posto di Arnold Chan, scomparso la scorsa settimana dopo una lunga battaglia contro il cancro.
Oggi il primo ministro interverrà prima al Bloomberg Global Business Forum, poi parteciperà a una discussione con Melissa Gates alla Goalkeepers Conference, mentre nel pomeriggio prenderà la parola al WE Day in programma al Madison Square Garden
Nel frattempo cresce l’attesa per l’intervento di Trudeau all’Assemblea Generale dell’Onu, a 48 ore di distanza da quello di Trump.
More in Calcio