CorrCan Media Group

Doppio regalo, Toronto Fc alla deriva

Doppio regalo, Toronto Fc alla deriva

NEW YORK – Capitan Bradley ha piantato l’ultimo chiodo nella bara dove riposano le speranze dei playoff del Toronto Fc. Il capitano ha infatti toccato nella sua rete l’autogol che ha sbloccato il risultato a favore dei Reds Bulls, che poi hanno vinto per 2-0 grazie ad un altro regalo della retroguardia torontina.
I Red Bulls mantengono vive le speranze di conquistare il cosiddetto Supporters Shield, che va alla squadra che termina il campionato regolare con il punteggio più alto.
Nel resto del mondo, chi chiude la stagione al comando, vince lo scudetto o chi per esso. Nella Msl il Supporters Shield conta, ma non tanto. Lo “scudetto” lo si ottiene dopo il playoff al quale accedono le prime sei classificate della due “conference”.
Tra le magnifiche 12 non ci sarà certamente la squadra campione in carica, il Toronto Fc, ora staccato di dieci punti dalla zona play, con sei partite restate e tre squadre da superare. Come a dire che soltanto la matematica tiene aperto il discorso qualificazione che praticamente è chiuso da mesi.
Abbiamo detto e ripetuto che le ragioni principali della terribile stagione del Toronto sono la preparazione iniziata in pieno inverno, gli acquisti sbagliati per rafforzare l’organico, gli infortuni a ripetizione causati del terreno di gioco di casa “arato” dai bestioni del football.
A New York il Toronto Fc è andato senza Giovinco, appiedato dall’infortunio patito mercoledì.
Al 40’, poi, anche il gigante dalle caviglie fragili, Altidore, ha alzato bandiera bianca, uscendo zoppicando. Al suo posto entra Ricketts che subito si mangia un gol, poi un suo ottimo colpo di testa viene salvato in corner.
I Red Bulls giochicchiano senza affondare i colpi, ma passano al 70’. L’azione sotto la porta di Bono è confusa, la palla rimbalza verso Romero il cui tocco incoccia la gamba di Bardley e carambola in rete.
Pochi minuti prima era stato Vasquez a sfiorare l’autogol con il suo rinvio maldestro finito sul palo. Una volta in svantaggio i torontini provano a rimettersi in partita, ma nell’ultimo minuto di recupero regalano il 2-0 ai nuovairchesi quando Zavaleta inciampa mentre retrocede e lascia la palla a tale Etienne che segna e chiude la pratica di questa partita che i torontini dovevano vincere.

Classifica Eastern Conference

Atlanta p.63 (g. 30)

NY Red Bulls 59 (g. 30)

NY City 50 (g. 30)

Columbus 47 (g. 30)

Philadelphia 43 (g. 29)

Montreal 40 (g. 30)

———-

DC United 35 (g. 28)

New England 35 (g. 29)

Toronto 30 (g. 29)

Chicago 28 (g. 29)

Orlando 25 (g. 29)

Classifica Western Conference

Kansas City p. 51 (g. 28)

Los Angeles Fc 51 (g. 29)

Dallas 50 (g. 28)

Portland 47 (g. 30)

Salt Lake 45 (g. 29)

Seattle 44 (g. 28)

————–

Vancouver 40 (g. 28)

LA Galaxy 38 (g. 29)

Minnesota 33 (g. 29)

Houston 32 (g. 29)

Colorado 24 (g. 29)

San Jose 20 27 (g. 29)

Nella foto, Bono in ginocchio a New York

More in Calcio