CorrCan Media Group

Attacco terroristico, due canadesi morti

Attacco terroristico, due canadesi morti

TORONTO – Tra le diciotto persone uccise nella capitale del Burkina Faso Ougadougou nell’attacco terroristico contro un ristorante frequentato da stranieri ed un albergo, ci sono i canadesi Tammy Chen e Bilel Diffalah. L’attacco sarebbe stato compiuto da presunti milizani jihadisti.
Tammy Jane Mackay Chen, 34 anni, ex insegnante presso la Glen Ames Senior Public School di Toronto fino al 2013 ed in attesa di un figlio, è stata uccisa assieme al marito Mehsen Fenaiche, cittadino senegalese: la coppia si era sposata il mese scorso a Ouagadougou. “È con immenso dolore che abbiamo appreso della morte dell’ex insegnante Tammy Chen, vittima di un atto di violenza insensato avvenuto domenica notte in Burkina Faso – si legge nel comunicato del Toronto District School Board – Tammy sarà ricordata dai suoi colleghi come un' insegnante carismatica, diligente ed innamorata del suo lavoro. Tammy è stata rispettata dagli studenti, dai genitori e dai colleghi, ha sempre cercato di fare tutto il possibile per aiutare gli studenti”.
La Chen aveva anche frequentato un programma Master of Education presso la Queen’s University: proprio nell’ambito di questo corso Tammy Chen era andata la prima volta in Burkina Faso. Dopo aver conseguito la laurea, si legge sul website della Queen’s University, la Chen è tornata nella nazione africana dove ha fondato l’ente caritatevole ‘Bright Futures per il Burkina Faso’ che fornisce piccoli prestiti alle madri. L’altra vittima canadese, Bilel Diffalah, era un residente di Montreal. “Diffalah era un consulente per l’igiene e la biosicurezza –  si legge in un comunicato diffuso dal Centre for International Studies and Co-operation – Bilel era guidato da tanta passione ed in qualità di volontario canadese all’estero ha sempre osservato un comportamento esemplare”.  Dopo essere stato un veterinario in Algeria, suo paese natale, Diffalah è giunto in Canada cinque anni fa: qui  ha conseguito un diploma in ‘Sistemi di scienze alimentari’ presso l'Università di Guelph ed ha trovato impiego nell’industria agroalimentare. Le condoglianze per la tragedia che ha colpito persone innocenti sono giunte, tra le altre, dal ministro per gli Affari esteri canadese Chrystia Freeland: «Sincere condoglianze da parte del nostro governo alle famiglie e ai cari di coloro che hanno perso la vita in questo tragico attacco”, ha detto il ministro. Questa di domenica è l’ultima strage nello stato dell’Africa occidentale che negli ultimi anni è stato teatro di diverse azioni terroristiche di matrice jihadista.  
Nel dicembre 2016 una decina di militari rimasero uccisi nell’assalto a una base nel nord del paese. Due mesi prima un’altra azione era costata la vita a sei soldati e due civili. Ma l’attacco peggiore aveva avuto luogo nel gennaio precedente, quando un commando di Al Qaeda del Maghreb Islamico aprì il fuoco in un albergo e in un caffè uccidendo almeno 30 persone.
 
More in Calcio