CorrCan Media Group

Altidore e un “aiutino” risolvono per i Reds

Altidore e un “aiutino” risolvono per i Reds

TORONTO – Un aiutino dall’arbitro, un altro da Altidore ed il Toronto Fc ha messo in archivio la seconda vittoria consecutiva. Il 3-2 ottenuto in riva al lago, in uno stadio con larghi vuoti sugli spalti, è stato firmato dal bomber nero che ha risolto la gara 12 minuti la sua entrata in campo.

L’aiutino lo ha fornito l’arbitro americano Ted Unkel che ha convalidato al Toronto un gol in chiarissimo fuorigioco. È accaduto agli sgoccioli del primo tempo, mentre il punteggio era sull’1-1: Bradley lancia Champman che è quattro metri abbondanti in fuorigioco. Al momento del passaggio l’arbitro doveva fermare il gioco, invece si prosegue. Un difensore americano sfiora la palla e per l’arbitro rimette in gioco Chapman. Il macroscopico errore permette a Chapman di fornire un pallone con su scritto “basta spingere” che Hamilton sfrutta per il 2-1.

La partita era iniziata con Ted Bunbury, fi glio dei Alex, bomber degli Steelers di Hamilton, che, all’8’, viene abbattuto in area da Mavinga. Il calcio di rigore è realizzato da Charles Gil. Tre minuti dopo il Toronto pareggia con una azione personale di uno dei tanti ragazzini locali, Akinola.

Nella ripresa, il New England pareggia al 52’ con il solito Gil che centra il bersaglio da posizione defi lata. Il pari non sta bene ai Reds, che attaccano con palle lunghe e pedalare. Gli americani rispondono facendo lo stesso. La caotica gara si sblocca con l’entrata in campo di Altidore, al 67’, al posto di Hamilton. Il bomber nero, accolto con grandi applausi, non tocca palla fi no all’80’ quando Morrow gli offre un cross comodo comodo che Jozy spinge nella porta vuota.

Nonostante la seconda vittoria – anche questa ottenuta contro avversari di seconda fascia – il campionato del Toronto non promette bene vista la scarsa qualità della rosa titolari. Bradley è il solo che gioca sopra le righe e Altidore non potrà reggere da solo il peso dell’attacco quando si a¢ ronteranno avversari più tosti.

Bradley e Altidore sono i due “designited players” restati dopo la fuga dorata di Giovinco in Arabia Saudita. Il 4 marzo scorso il Toronto annunciò di aver ingaggiato uno spagnolo Alejandro Pozuelo.

Ebbene, il centrocampista in forza alla squadra belga Genk, non è ancora sbarcato a Toronto. Non si sa perchè, non si quando e se arriverà, perchè il club a riguardo non parla.

More in Calcio