CorrCan Media Group

St. John Bosco, grande attesa per la decisione

St. John Bosco, grande attesa per la decisione

St. John Bosco, grande attesa per la decisione

di Mariella Policheni

TORONTO – Sono tanti i problemi che secondo molti genitori il trasferimento degli studenti della St. John Bosco presso la St. Gabriel causerebbe. Tra questi anche una maggiore vulnerabilità dei bambini a causa del maggiore traffico stradale sulle vie adiacenti alla St. Gabriel.

Già il fatto che davanti a questa scuola ci siano due corsie e non quattro come davanti alla St. John implica maggiore caos durante le ore di punta per portare i ragazzi a scuola e per riprenderli all’uscita.

Uno studio sul traffico, prima che lo York Catholic District School Board prenda la sua decisione finale, è stato avanzato da più parti. Dai genitori e dietro la loro sollecitazione, dall’mpp della zona Steven Del Duca. Intanto, su richiesta dei genitori preoccupati la City of Vaughan Transportation Department ha rilasciato i dati di uno studio che, seppur preliminare e quindi incompleto, è in grado di dare una idea della situazione nelle vie adiacenti le due scuole chiamate in causa.

Dati, questi mettono in evidenza il volume medio del traffico nel mese di aprile del 2016 nelle ore di punta sia su Belview Avenue a est di Stan Gate (St. John Bosco) che su Fiori Drive tra Adrianno e Olive Green/Father Ermanno (St. Gabriel the Archangel). Nel primo caso nelle ore di punta in direzione est tra le 8am e le 9 am il volume medio di traffico è stato di 139 mentre dalle 3pm alle 4 pm di 104; in direzione ovest i numeri sono stati di 123 al mattino e di 102 al termine delle lezioni.

Per quel che concerne invece la St. Gabriel su Fiori Drive in direzione nord il traffico è stato di 133 veicoli al mattino e di 123 nel pomeriggio; sempre sulla stessa via in direzione sud dalle 8 alle 9 del mattino è stata registrata la circolazione di 153 veicoli mentre dalle 3 alle 4 del pomeriggio di 123. Inutile dire che i numeri evidenziano un traffico maggiore di fronte alla St. Gabriel the Archangel.

Mancano comunque informazioni riguardo il numero di auto parcheggiate su Fiori Drive durante le ore di punta (entrata e uscita dei ragazzi da scuola) così come non viene messo in evidenza la possibilità di parcheggi su Stan Gate, una disponibilità da non sottovalutare secondo i genitori.

Nelle informazioni rilasciate dalla città di Vaughan non viene preso in considerazione il numero di auto che sostano in prossimità di Adriano Cres. e su Fiori Dr., cosa che non fa che rendere ancor più lenta e difficile la circolazione stradale.

«Lo scorso 3 ottobre abbiamo chiesto al consigliere della zona Rosanna De Francesca di richiedere uno studio del traffico allo YCDSB, cosa che è stata fatta  – dice Tony Lacaria, genitore di due ragazzi che frequentano la St. John Bosco – le abbiamo inviato lo studio sul traffico della città di Vaughan nel quale viene messo in evidenza che Fiori Drive è più piccola e che non può sostenere una mole di traffico doppia di quella attuale. La De Francesca ci ha appena comunicato di aver inviato alla Cotton una lettera richiedendo uno studio completo sul traffico e sulla sicurezza». Intanto il conto alla rovescia è già partito. Il DDay è previsto per oggi con il meeting di questa sera dei fiduciari scolastici dello York Catholic Distric School Board.

Il giorno della decisione finale. «Ritengo che il Board non abbia fatto un corretto studio sul traffico e la sicurezza e ci preoccupa il fatto che una decisione verrà presa senza uno studio in merito – continua Lacaria – anche l’mpp Del Duca lo ha richiesto alla chair dello YCDSB Carol Cotton. È una enorme responsabilità nei confronti della città e della comunità non menzionare le preoccupazioni per i nostri figli».

Il 25 ottobre è dietro l’angolo. «Per favore non mettete a rischio l’incolumità dei nostri figli. Continuate a tenere aperta con le lezioni in lingua inglese la St. John Bosco», è l’appello accorato di tanti genitori.

(Martedì 25 ottobre 2016)

Scarica “St. John Bosco, grande attesa per la decisione”

More in Breaking News