Prima vittima del Covid-19 nella città di Toronto

di Giorgio Mitolo del March 23, 2020

TORONTO - La prima vittima ufficiale del coronavirus, nella città di Toronto, è un uomo sulla settantina di recente rientrato dalla Gran Bretagna.

L’uomo sarebbe stato inizialmente valutato in un ospedale di Toronto e poi autoisolato nella propria residenza. Il 14 marzo lo stesso si era fatto visitare nuovamente presso l’ospedale Trillium Health Partners di Mississauga, dov’era stato quindi ricoverato, e dove è poi deceduto nella giornata di sabato.

L’Ontario aveva intanto confermato ieri 47 nuovi casi di contagio da Covid-19, portando il numero totale nella provincia a 425. L’ennesimo aumento di contagi è giunto dopo che i 60 nuovi casi registrati venerdì ed i 59 di sabato scorso.

Il numero totale di casi di positività in tutto il Canada è quindi salito a 1.427, con 21 decessi. Prima di quella registrata a Toronto, l’ultima vittima del virus polmonare - in ordine di tempo - era stata quella confermata dalle autorità sanitarie di Barrie, che avevano registrato il secondo decesso da Covid-19 nell’ospedale della città, portando il numero totale di morti dell’Ontario a quattro. L’unità sanitaria del distretto di Simcoe-Muskoka ha confermato che il paziente deceduto era un uomo sui 70 anni, ricoverato presso il Royal Victoria Hospital di Barrie. "Il paziente era stato a stretto contatto con un altro individuo contagiato da Covid-19, anche lui deceduto l’11 marzo" hanno confermato le autorità sanitarie.

Ci sarebbero ora altri nove casi attivi di contagio da Covid-19 a Simcoe, Barrie e Muskoka, incluse nove persone che avevano viaggiato in Europa, negli Stati Uniti, in Ecuador e nelle Filippine. Altri cinque casi sono attribuiti a uno stretto contatto con un paziente precedentemente confermato. Diciassette dei 47 nuovi casi identificati in Ontario, includono due pazienti a Toronto, quattro nella regione di Peel, uno nella regione di Hastings, uno nella contea di Prince Edward, uno nella regione di Durham, tre a Simcoe-Muskoka, cinque nella regione di York ed uno a Ottawa. Non sono state fornite informazioni relative ai restanti casi.

Più di 7.200 persone, in tutta la provincia, sono ancora in attesa di conoscere i risultati dei loro test-tampone. Il capo ufficiale medico dell’Ontario, il dottor David Williams, ha detto che "le prossime settimane saranno fondamentali per limitare la diffusione del Covid-19 nella nostra provincia".

Nel frattempo, un dipendente di una stazione di servizio della Tim Hortons/Petro Canada, a Brampton, è risultato positivo al Covid-19. Il sindaco della città, Patrick Brown, sta esortando "chiunque abbia visitato la stazione di servizio, nell’arco degli ultimi 12 giorni, a considerare l’autoisolamento a casa, come forma di precauzione". Il dipendente contagiato dal virus polmonare lavorava presso la stazione di servizio - ora chiusa per disinfestazione - situata al 11980 Hurontario Street, vicino a Mayfield Road.

 

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
© Copyright M.T.E.C. Consultants LTD.
3800 Steels Ave. W., Suite 300, Vaughan ON, Canada
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.