CorrCan Media Group

In Italia risalgono i contagi con 234 nuovi casi e 9 morti

In Italia risalgono i contagi con 234 nuovi casi e 9 morti

In Italia risalgono i contagi con 234 nuovi casi e 9 morti

ROMA – Una lieve ma altrettanto significativa risalita dei contagi da Covid-19, quella registrata nella giornata di ieri in Italia. Sono stati infatti 234 i nuovi contagiati dal coronavirus nelle ultimi 24 ore, in risalita rispetto ai 188 confermati – sabato scorso – su tutto il territorio nazionale. Le vittime per le complicazioni provocate dal pericoloso coronavirus sono state invece 9, di cui 8 registrate in Lombardia, contro le 7 della giornata precedente.

I casi totali di positività – catalogati dall’inizio dell’emergenza – sono così saliti a 243.061, mentre le vittime ufficiali sono 34.954.

Dei nuovi contagiati 77 sono in Lombardia, pari al 32,9% del totale nazionale, e 71 in Emilia Romagna, pari al 30,3%, mentre 28 sono stati registrati in Calabria, con i migranti pachistani sbarcati sabato nel Reggino.

I test-tampone effettuati in tutta la penisola sono stati ieri 38.259. Nel frattempo erano ieri 68 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, quattro in più rispetto a sabato (con un secondo giorno consecutivo di lieve aumento, ndr) mentre sono cresciuti di due unità nella sola Lombardia – la regione italiana più colpita dalla pandemia di Covid-19 – passando da 29 a 31, secondo l’ultimo bollettino emesso dal ministero della Salute.

Quattordici regioni, alla giornata di ieri, non avevano più pazienti ricoverati in terapia intensiva. I ricoverati con sintomi erano invece 776, con un calo di 50 rispetto a sabato, e 12.335 quelli in isolamento domiciliare, 175 in meno rispetto alle 24 ore precedenti. Gli attualmente positivi in Italia sono complessivamente 13.179, con un calo di 124 unità rispetto a sabato. I guariti erano infine ieri 194.928, con un aumento di 349 rispetto alla giornata precedente.

Buone notizie provengono dalla Liguria, il cui governatore, Giovanni Toti, ha dichiarato “la Liguria arriva a contagi zero. Un grande momento che aspettavamo da diversi mesi, dopo tanti sacrifici da parte di tutti e dopo il lavoro incessante di medici, infermieri e operatori sanitari, a cui dobbiamo il nostro sincero ringraziamento” ha concluso il governatore.