CorrCan Media Group

In Italia record di guariti e calo di malati da primato

In Italia record di guariti e calo di malati da primato

In Italia record di guariti e calo di malati da primato

ROMA – Prosegue la tendenza al calo dei malati, mentre cresce il numero dei guariti, in Italia, con un doppio dato positivo che fa ben sperare nella lotta al Covid-19.

Erano ieri 75.945 i guariti dal coronavirus, con un incremento record di 4.693 rispetto a mercoledì. Si tratta dell’aumento maggiore dall’inizio dell’emergenza. Di questi, 2.999 si sono registrati in Emilia Romagna.

Ieri si è verificato anche calo record – in un solo giorno – dei malati per coronavirus. Sono infatti scesi a 101.551, con un decremento di 3.106 in 24 ore.

Dunque non si arresta l’ormai stabile da settimane trend in calo dei ricoveri in terapia intensiva per coronavirus, che a ieri erano 1.694, con un calo di 101 rispetto a mercoledì.

Dei 101.551 malati complessivi, 18.149 sono ricoverati con sintomi, 1.061 in meno rispetto alle 24 ore precedenti, e 81.708 sono quelli in isolamento domiciliare, 1.944 meno di mercoledì.

Purtroppo continua ad aumentare il numero delle vittime, salite a 27.967, con un incremento di 285 in un giorno.

“I dati di oggi sono molto confortanti, significa che stiamo andando nella direzione giusta”. Lo ha detto il pneumologo del Policlinico Gemelli di Roma, Luca Richeldi, sottolineando che 6 regioni non fanno registrare decessi e altre 9 ne hanno meno di 10.

“Se guardiamo agli ultimi 15 giorni – ha aggiunto il dottor Richeldi – abbiamo dimezzato il numero dei deceduti, raddoppiato quello dei guariti, ridotto della metà le terapie intensive e ridotto significativamente il numero dei ricoverati”.

Nel frattempo, anche in Lombardia – la regione italiana maggiormente colpita dalla pandemia di Covid-19 – calano i nuovi contagi con 598 casi, rispetto ai 786 di mercoledì, e diminuiscono anche i decessi (che sono in totale 13.772, ndr) con un aumento di 93, mentre mercoledì c’era stato un aumento di 104 persone decedute.

Sempre in Lombardia, in questi giorni si stanno registrando casi di pazienti guariti dal coronavirus e dimessi dagli ospedali dopo essersi ’negativizzati’, ma che – a distanza di qualche settimana – sono ritornati a risultare positivi al coronavirus polmonare. Pazienti ai quali o si è ripresentata la polmonite interstiziale da Covid-19 e che quindi sono stati di nuovo ricoverati. Oppure soggetti che si sono riammalati in forma lieve, in modo da richiedere solo l’assistenza a casa con il sistema di telesorveglianza.

Erano sino a ieri nove i casi u•fficiali di persone che sono ritornate di nuovo positive. Questi casi si sono registrati nelle unità sanitarie di Lodi e di Cremona, le due province tra le prime costrette a dover far fronte all’emergenza da coronavirus e tra le più colpite in tutta Italia.