CorrCan Media Group

In Italia quasi 14mila morti ed oltre 115mila i contagiati

In Italia quasi 14mila morti ed oltre 115mila i contagiati

In Italia quasi 14mila morti ed oltre 115mila i contagiati

ROMA – Erano ieri 13.915 le persone decedute – in Italia – dopo aver contratto il Covid-19, con un aumento di 760 unità rispetto alle 24 ore precedenti. Mercoledì l’aumento era stato di 727 nuove vittime del virus polmonare.

Erano ieri complessivamente 83.049 i malati di coronavirus, in Italia, con un incremento rispetto di 2.477. Mercoledì l’incremento era stato di 2.937. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – era di 115.242.

Sono state 18.278 le persone guarite dopo aver contratto il coronavirus, 1.431 in più di mercoledì. Si riduce intanto l’aumento dei ricoveri dei malati con sintomi da Covid-19 negli ospedali: l’aumento rispetto a mercoledì è stato di 137, mentre in precedenza era stato di 211.

Il 61% del totale dei contagiati è in isolamento domiciliare – senza sintomi o con sintomi lievi – un numero che è cresciuto anche percentualmente, mentre si è ridotto il numero degli ospedalizzati.

“Almeno dal 27 marzo – ha detto ieri Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile – assistiamo ad una riduzione degli incrementi per quanto riguarda ricoverati e terapie intensive; queste ultime oggi (ieri, ndr) presentano un aumento veramente contenuto, rispetto a mercoledì, con solo 18 persone in più ricoverate in terapia intensiva. Tutta una serie di valori che ci stanno stabilizzando. Non so dirvi se abbiamo iniziato la decrescita – ha detto Borrelli – dico che dobbiamo mantenere alta la guardia, perché basta un nulla per creare meccanismi repentini di riavvio del contagio”.

Nel dettaglio delle regioni più colpite dal Covid-19, sempre in testa la Lombardia, dove nelle ultime 24 ore si sono verificati 367 decessi, per un totale di 7.960 dall’inizio della pandemia. I casi positivi erano 46.065, con un aumento di 1.292. Sono 11.762 i ricoverati con sintomi e 1.351 quelli tuttora in terapia intensiva. Intanto Milano ha chiuso il forno crematorio sino al 30 aprile, proprio a causa dell’aumento dei decessi registrati in città.

Nel resto d’Italia, notizie positive arrivano dall’ospedale Spallanzani di Roma, dove i pazienti Covid-19 ricoverati sono 197, mentre quelli guariti e dimessi sono 180. Continua infatti, nel nosocomio romano, il trend di aumento del numero di dimissioni in parallelo ad un minor numero di ricoverati.

Le altre regioni maggiormente colpite rimangono l’Emilia Romagna, con 15.333 casi e 1.811 vittime, il Veneto con 10.111 casi e 532 vittime, il Piemonte con 10.353 casi e 983 morti, la Toscana con 5.273 contagiati e 268 deceduti, le Marche con 4.098 casi e 503 vittime e la Liguria, con 3.782 casi e 488 morti, il Lazio con 3.433 contagi e 185 pazienti deceduti.