CorrCan Media Group

In Italia oltre 30mila morti e quasi 220mila contagiati

In Italia oltre 30mila morti e quasi 220mila contagiati

In Italia oltre 30mila morti e quasi 220mila contagiati

ROMA – Dopo oltre 100 lunghi giorni di dura battaglia contro il coronavirus Covid-19, l’Italia vede la curva della malattia proseguire la sua lenta discesa.

Nonostante un bilancio già pesantissimo, con oltre trentamila morti, tutti gli indici sembrano ora andare nella direzione giusta.

Il numero delle vittime delle ultime 24 ore è stato ancora alto, ma è rimasto sotto quota 200. Ieri infatti si sono registrati 165 decessi – mentre sabato erano stati 194 – per un totale di 30.560 vittime dall’inizio della pandemia.

Continua intanto a scendere anche il numero degli attualmente positivi al coronavirus, che – alla giornata di ieri – erano 83.324, con un calo di 1.518 unità. Sabato i contagiati erano stati addirittura 3.119 in meno rispetto al giorno precedente.

Prosegue nel frattempo anche il calo della pressione sugli ospedali che accolgono e curano pazienti con il Covid-19. A ieri, in terapia intensiva si contavano 1.027 pazienti, sette in meno di sabato.

Scende anche il dato sui ricoverati con sintomi che hanno raggiunto quota 13.618 persone, con un calo di 216 rispetto alle 24 ore precedenti. 68.679 persone, pari all’82% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Dopo aver superato quota 100mila, i guariti continuano ad aumentare. Nelle ultime 24 ore, infatti, si sono registrati infatti altri 2.155 guariti, per un totale di 105.186. Sabato, le persone guarite erano state 4.008.

Dall’inizio della diffusione del coronavirus in Italia, il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è salito a quota 219.070, con un aumento di 802 unità rispetto alle 24 ore precedenti, mai così pochi dallo scorso 6 marzo. Ieri sono stati effettuati 51.678 tamponi, mentre sabato erano stati 69.171.

Quasi quindicimila le vittime del Covid-19 nella sola Lombardia – la regione italiana più colpita – dove ieri si sono registrati altri 62 morti (in calo rispetto agli 85 di sabato, ndr) per un totale di 14.986 decessi dall’inizio della pandemia.