CorrCan Media Group

In Italia i contagi risalgono a 162, mentre le vittime si fermano a 13

In Italia i contagi risalgono a 162, mentre le vittime si fermano a 13

In Italia i contagi risalgono a 162, mentre le vittime si fermano a 13

ROMA – Secondo gli ultimi dati diffusi dalla Protezione Civile sono stati 162 i nuovi contagiati da Covid-19 registrati, nelle ultime 24 ore, in Italia. Si è dunque verificato un aumento del 30% rispetto alla giornata di martedì, quando i nuovi contagi erano stati 114. I casi totali di contagio da coronavirus – da quando ha avuto inizio l’emergenza Covid-19 – sono così saliti a 243.506 su scala nazionale. Il dato in calo è stato invece quello relativo alle vittime, che sono state ieri 13, in diminuzione rispetto alle 17 di martedì. Il computo totale delle vittime – nel Bel Paese – è dunque giunto a sfiorare le 35mila, attestandosi a 34.997.

I guariti sono invece giunti a quota 198.016, in aumento di 575 unità rispetto alla giornata precedente. I malati – ossia gli attualmente positivi – sono ora 12.493, in calo di 426 nelle ultime 24 ore.

Continuano invece a diminuire i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, passati da 60 a 57 in 24 ore. In aumento però i ricoverati con sintomi, 20 in più, per un totale di 797, quando martedì erano saliti di sole 9 unità. In isolamento domiciliare si trovavano ieri 11.639 persone, in calo di ben 443 unità rispetto a martedì.

Quanto al dettaglio delle regioni più colpite dalla pandemia, la Lombardia ha fatto registrare 63 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, pari al 38,8% del totale odierno nazionale – di 162 unità – in risalita rispetto a martedì, ma sempre a livelli più bassi della media delle ultime settimane. I nuovi casi sono 21 in Veneto, 20 nel Lazio, 18 in Emilia Romagna.

E proprio in questa regione è stato confermato un nuovo focolaio sul posto di lavoro, ancora nel settore carni, com’era già accaduto alcuni giorni fa in un mattatoio. Stavolta si tratta di 7 i casi di positività al coronavirus individuati in un’azienda a Castelnuovo Rangone, nel Modenese. La ditta in cui gli operai sono stati contagiati dal Covid-19 è la Maccaferri, un gruppo specializzato nella lavorazione della carne.