CorrCan Media Group

Cotton: “Il traffico? Non sarà un problema”

Cotton: “Il traffico? Non sarà un problema”

Cotton: “Il traffico? Non sarà un problema”

di Mariella Policheni

TORONTO – L’mpp di Vaughan Steven Del Duca sollecita uno studio sul traffico ma, pur se non lo dice in modo esplicito la chair dello Ycdsb ritiene che nel suggerire il trasferimento della scuola St. John Bosco, questo problema sia già stato preso in considerazione. Leggendo tra le righe pare di capire che lo studio non sia reputato necessario.

Continua a far discutere la decisione dello York Catholic District School Board di trasferire con l’inizio del prossimo anno scolastico, gli studenti della St. John Bosco Catholic Elementary School presso la St. Gabriel the Arcangel. Non accenna a diminuire infatti il malcontento di molti genitori che vedono nel trasferimento una serie di problemi non indifferenti per i propri figli. Il traffico maggiore e quindi il timore per la loro incolumità, per esempio.

Dopo aver inizialmente ignorato i genitori che si sono rivolti al suo ufficio, il deputato provinciale Steven Del Duca ha deciso di scendere in campo e sostenere la richiesta di uno studio sul traffico della zona. Del Duca lo scorso 7 ottobre ha inviato una email alla chair dello Ycdsb Carol Cotton. “Alcuni genitori, coinvolti in prima persona nella revisione del South Woodbridge East PAR, sono venuti nel mio ufficio. Sono genitori particolarmente preoccupati per l’impatto che la decisione finale potrebbe avere sul traffico e la sicurezza stradale nella zona circostante la scuola (St. Gabriel the Arcangel, ndr) – ha confermato con una email Del Duca al Corriere Canadese – Ho scritto allo York Catholic School Board per chiedere che uno studio sul traffico sia condotto prima che la decisione finale venga presa”.

Non si è fatta aspettare la risposta al Corriere della Cotton che pur se in attesa della decisione finale circa il trasferimento della scuola, puntualizza che le preoccupazioni dei genitori vengono comunque sempre prese in considerazione. “Tramite il metodo South Woodbridge East PAR preoccupazioni sono state sollevate il traffico dentro e attorno ai siti scolastici e queste vengono prese in considerazione dal personale del provveditorato nello sviluppare l’opzione preferita – si legge nella email inviata al Corriere da Carol Cotton – La St. John Bosco ha registrato il più alto picco di iscrizioni di quelle proposte come opzione preferita dallo staff. La comunità scolastica ha gestito con successo in passato la situazione e dovrebbe essere in grado di farlo di nuovo qualora questa raccomandazione verrà approvata”.

“Il nostro provveditorato e la York Region Transportation Consortium utilizza il servizio del Safe Route to Schools Facilitator. Questo incoraggia gli studenti a recarsi a scuola a piedi, cosa che aiuta a risolvere i problemi di sicurezza durante l’ingresso a scuola del mattino e l’uscita al termine delle lezioni di pomeriggio riducendo il traffico delle auto attorno alle scuole e creando un impatto positivo sulla sicurezza, la salute e il benessere degli studenti”, scrive la Cotton.

Non sono così convinti i genitori circa la possibilità di recarsi alla St. Gabriel a piedi camminando per un chilometro. «Dimenticano che viviamo in Canada e che l’inverno, con pioggia, neve e freddo è lungo… non mi sembra il caso di camminare con i bambini per un chilometro», aveva già detto al Corriere la mamma Annabella Da Silva.

Il provveditorato di York, al momento, rimane sulle sue posizioni e basandosi su esperienze passate risoltesi in modo favorevole, per ora tranquillizza i genitori dicendo che “Il personale dello York Catholic ha una notevole quantità di conoscenza ed esperienza in questo specifico settore e basandosi su queste ha analizzato e raccomandato le soluzioni proposte”.

La Cotton non ha risposto alle domande specifiche formulate dal Corriere relative al trasferimento degli studenti dalla St. John Bosco alla St. Gabriel ma ci ha rivolto l’invito di visitare il sito www.ycdsb.ca/par.

(Martedì 18 ottobre 2016)

Scarica “Cotton: “Il traffico? Non sarà un problema””

More in Breaking News