CorrCan Media Group

Choc per la morte di Anne Marie D’Amico

Choc per la morte di Anne Marie D’Amico

TORONTO – Solare, sempre sorridente e  pronta ad aiutare gli altri. Erano queste le caratteristiche di Anne Marie D’Amico, la giovane donna che su Yonge Street ieri ha trovato la morte.
Ad identificarla come una delle dieci vittime è stata la sua famiglia. 
D’Amico, 30 anni di età, era una dipendente di Invesco, una società di gestione degli investimenti con sede negli Stati Uniti in qualità di analista della gestione delle performance aziendali. 
Uno degli uffici canadesi della compagnia si trova a 5140 Yonge St., tra Sheppard e Finch Avenue. Jon Tam, collega della vittima che, dopo aver frequentato la Loretto Abbey Catholic Secondary School aveva conseguito in seguito una laurea alla Ryerson University, descrive la giovane “piena di vita, amava viaggiare, amava fare volontariato… mi mancherà sicuramente vedere il suo sorriso in ufficio”.
Colpito dalla tragica morte di Anne Marie D’Amico è anche il trustee Frank D’Amico, che conosce la famiglia della vittima. “La comunità della chiesa St. Clare è devastata, la sua famiglia ha donato tanto tempo per aiutare la chiesa, sostenendo non solo la propria comunità, ma anche contribuendo a rendere migliore la vita delle persone in tanti Paesi”. Figlia di Rocco e Carmela D’Amico, Anne Marie, aveva due fratelli.
La ragazza, che faceva parte di Tennis Canada e del Badminton & Racquet Club of Toronto, è stata una volontaria  della organizzazione caritatevole giovanile Live Different, nel 2015 e 2017 si era recata nella Repubblica Dominicana dove aveva aiutato nella costruzione di case e scuole.
More in Breaking News