CorrCan Media Group

British Airways, tutti a terra per due giorni

British Airways, tutti a terra per due giorni

TORONTO – Tutti a terra, non si vola. E se lo decidono i piloti, c’è poco da fare. Quelli della British Airways stanno scioperando – in blocco – già da ieri e l’agitazione proseguirà per tutta la giornata odierna, costringendo la compagnia aerea ad annullare quasi il 100% dei voli.

L’agitazione – scattata alla mezzanotte di ieri, e promossa dal sindacato autonomo di categoria BALPA – è la conseguenza del mancato accordo nell’ambito di una lunga vertenza sui salari.

I 4.300 piloti della British Airways hanno infatti respinto l’offerta di aumento del salario pari all’11,5% in tre anni, ritenendola inadeguata rispetto all’impennata dei profitti ricavati dalla compagnia aerea britannica, dopo l’avvenuto superamento della crisi che l’aveva colpita nel recente passato.

Per il sindacato di categoria – però – il vero problema riguarda il rinnovo del contratto dei copiloti e dei cosiddetti profili junior. Nello sciopero sono stati coinvolti almeno 300mila passeggeri in tutto il mondo, i quali hanno visto il loro volo cancellato nonostante mesi di prenotazione.

La British Airways avrebbe però avvertito in anticipo i propri clienti, o.rendo il completo rimborso dei biglietti già effettuati, in agenzia o online.

Quasi tutti i voli internazionali sono stati annullati, eccetto quelli su Londra, operati sotto altra insegna. Sono stati cancellati infatti un totale di 1.700 voli della compagnia di bandiera britannica, inclusi quelli da e per il Canada. Un altro sciopero è previsto per il 27 settembre.

Giorgio Mitolo

More in Breaking News