CorrCan Media Group

Toronto Fc nella storia e ora il City di Pirlo

Toronto Fc nella storia e ora il City di Pirlo

10tfcstoriaToronto Fc nella storia e ora il City di Pirlo

di Leonardo N. Molinelli

TORONTO – Un salto nella storia. Dopo dieci anni di sconfitte, umiliazioni e speranze tradite finalmente Toronto Fc è nelle semifinali dei playoff di Mls. E a mettere la sua firma sulla notte più bella e più attesa della storia dei Reds non poteva che essere Sebastian Giovinco.

Proprio lui ha firmato il primo dei tre gol con cui i Reds mercoledì sera hanno battuto Philadelphia dando il là a una notte che i tifosi presenti al Bmo Field difficilmente dimenticheranno. Il primo gol della storia di Tfc nei playoff, ma anche la dimostrazione della sua voglia di portare la squadra più avanti possibile dopo la bruciante sconfitta rimediata lo scorso anno nello spareggio a Montréal.

«Abbiamo giocato una grande gara – ha detto il numero 10 negli spogliatoi a fine gara – Non era facile perché la squadra non è abituata a questo tipo di partite ma è stato un grande inizio».

In effetti Toronto Fc è entrato in campo con una carica e una determinazione che poche altre volte si erano viste nei ragazzi di Greg Vanney. Oltre a Giovinco, indiavolato come non mai ma ancora in debito di condizione dopo il lungo infortunio, anche Altidore, Bradley, Moor e Osorio si sono confermati elementi di assoluto valore per un campionato come quello nordamericano. Giocatori che a questi livelli possono fare la differenza.

Certo, Philadelphia si è rivelata un ostacolo ben più debole del previsto. Gli Union hanno cominciato a giocare soltanto dopo aver subìto il 2-0 e hanno segnato grazie alla solita incertezza della retroguardia torontina che Vanney ha riproposto con la formula a tre centrali. Però Tfc ha confermato i progressi messi in mostra domenica scorsa contro Chicago e dimostrato una volta di più di essere una squadra che nessuno vorrebbe incontrare.

Adesso i Reds dovranno sfidare i New York City di Pirlo, in un derby “azzurro” che sicuramente stimolerà i media italiani e attirerà un sacco di curiosità. I due ex juventini hanno avuto due esperienze molto diverse finora in Mls, e solo adesso il “Maestro” sembra aver ritrovato la sua bacchetta in campo mentre la Formica Atomica ha conquistato tutti dal primo istante e ancora oggi è il giocatore più decisivo della Lega.

Certo il calendario non aiuta Toronto, visto che la gara di andata si giocherà domenica al Bmo Field, mentre il ritorno si giocherà allo Yankee Stadium domenica 6 novembre. Ancora da stabilire gli orari, visto che al momento in cui va in stampa il giornale non si sono ancora giocate gli altri due spareggi che finiranno di comporre le semifinali di Conference.

Le tante partite ravvicinate non aiutano i Reds, che avranno pochi giorni per recuperare dopo il grande sforzo compiuto mercoledì e che hanno diversi giocatori reduci da infortuni o da tante partite. Come ha detto Giovinco a fine gara «sarebbe stato meglio aspettare una settimana e avere un po’ più di riposo».

Il momento decisivo però è adesso. Domenica Tfc dovrà puntare sul Bmo e sui tifosi, decisivi anche mercoledì col loro calore. Particolare attenzione dovranno farla Altidore e Bradley, entrambi diffidati. Nella doppia sfida col City servono tutti i migliori. In campionato le due sfide sono finite in parità, quindi tutto è aperto. Loro sono favoriti, ma Tfc ha Giovinco.

(Venerdì 28 ottobre 2016)

Scarica “Toronto Fc nella storia e ora il City di Pirlo”

Comments are closed.