CorrCan Media Group

Tfc campione dell’Est, adesso finale con Seattle

Tfc campione dell’Est, adesso finale con Seattle

10tfccampioneTfc campione dell’Est, adesso finale con Seattle

di Leonardo N. Molinelli

TORONTO – Sono stati i 120 minuti più lunghi, belli e intensi della storia di Toronto Fc. Soprattutto sono stati i più importanti. Un’altalena di emozioni e di risultati che alla fine ha portato il primo trofeo Mls della franchigia torontina. Il primo vinto da una squadra canadese. Alla fine i Reds hanno battuto i Montréal Impact 5-2 dopo due tempi supplementari diventando campioni della Eastern Conference e qualificandosi per la finale del 10 dicembre contro i Seattle Sounders. Finale che si giocherà proprio al Bmo Field di Toronto.

Una serata in cui davvero si è fatta la storia non solo del calcio, ma dello sport torontino. Era infatti dalle ultime World Series vinte dai Toronto Blue Jays nel 1993 che una squadra torontina non vinceva un trofeo di una lega sportiva nordamericana.

Nel calcio poi l’attesa dura dal 1976, anno del primo e unico successo di Toronto nel calcio. Erano i Toronto Metro-Croatia di Eusebio, Bob Iarusci e Carmen Marcantonio. E adesso, proprio 40 anni dopo quel successo, Sebastian Giovinco, Jozy Altidore e Michael Bradley possono riportare il titolo nordamericano in città.

«Ancora non ho vinto, spero di farlo il 10 dicembre – ha detto la Formica Atomica ai cronisti dopo la partita – È stato fatto un buon lavoro sia da parte mia, che da parte della squadra e di tutto l’ambiente. Penso che ci meritiamo quello che stiamo facendo».

L’ex juventino non ha regalato le solite magie mercoledì sera, ma ha comunque fatto gli assist per i primi due gol che hanno permesso ai Reds di rimontare il vantaggio degli Impact siglato ancora una volta da Oduro. Poi un infortunio a metà del primo tempo supplementare, quando il punteggio era fermo sul 3-2 per Tfc, che ha fatto rimanere i 35mila spettatori del Bmo Field col fiato sospeso. «Mi sono venuti i crampi e sono uscito – ha spiegato a fine gara tranquillizzando tutti – purtroppo non ce la facevo ed era inutile restare in campo. Era dannoso per la squadra e anche per me».

Al suo posto è entrato il francese Benoit Cheyrou, che appena due minuti dopo il suo ingresso ha segnato il gol del 4-2. Quello che ha definitivamente tagliato le gambe agli Impact, che infatti due minuti dopo hanno subìto anche il 5-2 di Ricketts.

«Diciamo che ho fatto un ottimo assist» ha scherzato il numero 10 a riguardo mentre nello spogliatoio i compagni festeggiavano tra lattine di birra e un’enorme scritta “Tfc” composta da bottiglie di champagne. Raggiunta la supremazia nell’Est e in Canada, adesso ai Reds resta un solo ostacolo da superare per poter festeggiare il primo, storico, titolo di campioni della Mls: quei Seattle Sounders che a loro volta sono stati protagonisti di una stagione pazzesca, con la rimonta dall’ultimo posto nell’Ovest alla finale di Mls Cup. Un avversario difficile, anche perché sfavorito dai pronostici e quindi senza nulla da perdere.

A difendere la porta dei Sounders ci sarà una vecchia conoscenza dei Reds: quello Stefan Frei che fino a due anni fa deteneva il record di presenze con Tfc. Il portiere degli “anni bui”, insomma. Come a dire che l’ultimo step per diventare campioni sarà superare, neanche troppo metaforicamente, il proprio passato.

(Venerdì 2 dicembre 2016)

Scarica “Tfc campione dell’Est, adesso finale con Seattle”

Comments are closed.