CorrCan Media Group

Napoli, chi è causa del suo mal pianga se stesso

Napoli, chi è causa del suo mal pianga se stesso

Napoli, chi è causa del suo mal pianga se stesso

di Nicola Sparano

Questa Juve è tosta, è forte ed è anche fortunata. Gli assist a Bonucci ed Higuain non sono venuti da Pjanic e Cuadrado, ma da… Gholuam. Il difensore marocchino si è reso protagonista delle due cappellate che hanno sotterrato il Napoli.

Il grande ex Higuain ha deciso il match al 71’, numero che nella smorfia simbolizza “ommo e merda”. Prima era “core ngrato”, ora è uomo da niente. Mister 90 milioni in questo suo primo match da ex è stato infinitamente fortunato. Prima dell’assist di Ghoulam non aveva praticamente visto palla perché il gioco attuale della Juve è macchinoso e senza idee dal centrocampo in su. Poi ha avuto una chance e da goleador di razza qual è l’ha messa dentro e la Juve si è trovata a battere una diretta concorrente.

Ora il Napoli è a distanza siderale, staccatitissimo ed Allegri può concentrasi meglio sulla Champions e sull’unica squadra che potrebbe darle fastidio in campo nazionale, la Roma. Certo, per la Juve il futuro è roseo. Se fino ad ora ha sempre vinto, eccetto i due passi falsi con le milanesi, figuratevi cosa potrà fare quando aggiusterà le cose a centrocampo. Per quanto riguarda il Napoli, il gioco tic-tacchete-toccate non funziona se non hai una punta di peso. Insigne ha il lamento facile, ma forse aveva ragione. Peggio di lui stava giocando Mertens.

Infine, un altro paragrafo nel capitolo “aiutini” lo ha scritto l’arbitro Rocchi che non ha ammonito Sandro per aver travolto come un treno il povero Reina. Sarebbe stata la seconda ammonizione, quindi cartellino rosso. Cose sarebbe finita in 10 contro 11?

(Lunedì 31 ottobre 2016)

Scarica “Napoli, chi è causa del suo mal pianga se stesso”

Comments are closed.