CorrCan Media Group

Il no a Giovinco e l’arroganza Mls

Il no a Giovinco e l’arroganza Mls

10giovincoesclusoIl no a Giovinco e l’arroganza Mls

di Leonardo N. Molinelli

TORONTO – La giovane Italia di Ventura ha liquidato con un facile 4-0 il Liechtenstein, ma resta a rischio spareggi perché la Spagna è più avanti nella differenza reti. Insomma, rischiamo seriamente di non andare ai Mondiali 2018 e vista la rosa a disposizione del ct non sarebbe neanche una bestemmia.

Anzi, qua in Nord America ormai sono in molti a sperare in un fallimento azzurro. Così potranno sparare a zero su Ventura per l’esclusione di Giovinco e soprattutto per averla motivata con lo scarso livello della Mls. Sì, perché a Toronto la gara dell’Italia è stata soprattutto la partita dopo il “grande schiaffo” del ct alla Formica Atomica e al soccer.

Intendiamoci, Giovinco è un fuoriclasse e avrebbe tutte le qualità tecniche per far parte a pieno titolo della formazione azzurra, soprattutto in questi anni in cui i campioni non abbondano. Probabilmente potrebbe essere anche un titolare. Però Ventura ha detto soltanto la verità spiegando che giocare in un campionato così “facile” è controproducente per l’ex juventino perché lo abitua a non impegnarsi alla morte e non tenere la tensione al massimo durante tutta la stagione.

Giornalisti e tifosi qua si sono risentiti e hanno parlato di “ignoranza” di Ventura o addirittura di “arroganza”. In realtà, gli arroganti sono proprio i critici, che dovrebbero invece iniziare a chiedersi perché nel giro di sei mesi due ct di una delle nazionali del calcio che conta hanno dato la stessa definizione della Mls. Forse non è un complotto, o un atto di presunzione di chi “negli ultimi 10 anni ha perso da Nuova Zelanda e Slovacchia”, come è stato scritto dimenticando il successo al Mondiale 2006, il secondo posto a Euro 2012 e il cammino azzurro di quest’estate in Francia, naufragato solo a causa dei rigori di Pellé e Zaza con la Germania.

Oltretutto la forza della  Nazionale non c’entra niente col livello del campionato, come dimostra il fatto che il torneo più competitivo al mondo è la Premier League ma l’Inghilterra ha vinto un solo titolo mondiale e sappiamo pure come. Il problema è che qua si pensa che la Mls sia ormai una Lega tra le prime al mondo, dimenticando campionati come quello messicano o quelli sudamericani. Persino la Lega russa è più competitiva. Sarebbe meglio, forse, usare le critiche di chi gioca davvero a calcio per migliorare il livello del campionato. Importando ad esempio allenatori stranieri, che insegnino le basi ai giocatori. Ne guadagnerebbe il livello del campionato. E a quel punto Giovinco sarebbe il primo nella lista di Ventura.

(Lunedì 14 novembre 2016)

Scarica “Il no a Giovinco e l’arroganza Mls”

Comments are closed.