CorrCan Media Group

Si svenano per poco o niente

Si svenano per poco o niente

 
Molto spesso il gioco non vale la candela, dove il gioco sta per i soldi e la candela per il titolo.
Chi compra i migliori, o presunti tali, vuole battere la concorrenza, vincere seduta stante, possibilmente dando spettacolo.
Il Psg con  Neymar il Psg ha lo spettacolo assicurato. Il brasilero è un finissimo palleggiatore, su questo non ci piove. Ma fino ad oggi non ha mai indossato i panni di leader che nel Barcellona erano, e sono, di Messi. Ora in una squadra tutta sua, solo il tempo dirà se  ha le qualità del capopolo in campo e nello spogliatoio.
Leader assoluto o meno, Neymar probabilmente vincerà lo scudetto del campionato francese, il quinto in Europa dopo Spagna, Inghilterra, Italia e Germania. Ma per la Champions saranno cavoli amari. Come ben sa la Juventus che 14 mesi or sono comprò Higuain – con l’equivalente moderno dei 30 denari – per mettere le mani su quella elusiva coppa.
A proposito, ecco un carrellata dei maggiori colpi di mercato che nel conteggio tra valore in denaro e valore sul campo risultano spesso in deficit.
Neymar, 222 millioni – Per ora il Psg ha vinto il titolo di club più spendaccione della terra.
Pogba, 105 milioni – Era il giocatore più pagato di sempre, ora è secondo dietro Nyrmar. Pogba nel Manchester di Mourinho non ha vinto il campionato inglese, ma almeno la squadra è entrata nella champions. Per quello che è costato il francese ha reso al 50%.
Bale, 100 milioni – Nel Real ha sempre fatto il comprimario, spesso relegato in panchina. Le Coppe le hanno vinte soprattutto gli altri, Ronaldo in primis. Bale ha reso soltanto una frazione di quello che è costato.
Higuain, 90 milioni – La Juve lo prese per vincere la Champions che invece ha perso, malamente, in finale. Il Pipita nella Champions ha reso poco o niente. Meglio è andato in campionato, dove la concorrenza è sempre più mordida. Per quello che è costato ha reso come un attaccante bravo non bravissimo.
Di Maria, 75,6 milioni – Comprato dal Mancester United dal Psg per 75.6 milioni, fu rivenduto alla stessa quardra francese per 62,5 milioni. Sia prima che dopo Di Maria ha reso molto menod ello sperato. Non ha vinto bada sia in Francia che in in Inghilterra.
Zidane l’affare del secolo – Per quanto riguarda il passato, i 150 miliardi di lire investiti dal Real Padrid per Zinedine Zidane hanno pagato dividendi enormi per il club spagnolo. Con Zidane in campo il Real ha vinto  un campionato spagnolo, due Supercoppe di Spagna nonché di una UEFA Champions League, una Supercoppa UEFA e una Coppa Intercontinentale.  Da allenatore del Real Madrid, ha vinto due UEFA Champions League (2015-2016 e 2016-2017), un campionato spagnolo, due Supercoppe UEFA (2016 e 2017) e una Coppa del mondo per club. Eccezion fatta per il naturalizzato Helenio Herrera, Zidane è stato il primo e unico tecnico francese vincitore della Champions League. È inoltre il primo e unico allenatore ad aver vinto due edizioni della Champions League consecutivamente da quando la competizione ha preso questo nome nel 1992. 
Neymar una carriera calcistica come quella di Zidane se la sogna, ma lui i conti li fa soprattutto in banca.

Comments are closed.