CorrCan Media Group

Giovinco fa piangere Montreal con una doppietta

Giovinco fa piangere Montreal con una doppietta

 TORONTO – La campana dello stadio Saputo di Montreal  da domenica sera suona  a morte. Il funerale degli Impact, battuti 3-1,  lo ha orchestrato Giovinco che prima ha segnato poi ha esultato…piangendo. Il suo è stato un pianto senza lacrime, tanto per sfottere e togliersi un pò di sassolini dagli scarpini. La Formica Atomica, infatti,  dopo la sua pennellata su punizione ha prima portato le mani dietro le orecchie, poi si è sfregato gli occhi invitando a piangere coloro che lo avevano bersagliato di insulti, sventolando cartelli con su quelle faccette piangenti che si usano sugli smart phones, per enfatizzare qualcosa di brutto.
   «Piangete voi», ha voluto dire il numero 10 che  sta facendo marciare il Toronto FC verso il record assoluto di punti in campionato.
   Giovinco in questo calcio “can-am” è un fenomeno, su questo non ci piove. Il Toronto Fc senza di lui sarebbe una squadra come tante di quelle fatte di corsa e tanto agonismo in un contesto senza tatticismi, praticato in spazi pazzeschi che in Italia, ed in Europa, non si vedono mai. In questi spazi, con marcature larghe e mai alla…Gentile, Giovinco si esalta esaltando.
  Con le sue giocate la Formica Atomica mette condimento ad un piatto che altrimenti sarebbe appena commestibile. Nessuno in questo campionato ha i piedi vellutati come i suoi, nemmeno il tanto celebrato Kakà che nella città dei pupazzi (Orlando)  sta avendo una triste vecchiaia.
  Tocco di palla al volo, dribbling a quel dio biondo disegnati in pochi metri, assist alla vai e segna. E poi ci sono i suoi gol, sempre belli quelli su azione. Incredibili per precisione quelli su punizione. La parabola che ha lasciato di stucco il portiere del Montreal era la quinta trasformazione di questo campionato, la 12a su calcio piazzato da quando veste il 10 del Toronto.  Che Giovinco continui a segnare stupendamente a palla ferma è una goduria per chi tifa Toronto. Ma è anche un'altra piccola prova di come il soccer MSL sia ancora parecchio lontano dal calcio vero.
Perchè?
In Italia in particolare, ma anche negli altri campionati europei, gli allenatori avversari avrebbero escogitato qualche metodo per rendere almeno meno “mortali” i suoi calci di punzione.
Come?
Facendo vedere e rivedere ai propri portieri le punizioni della Formica, organizzare meglio le barriere. E magari facendo arretrare sulla linea di porta il difensore più alto in modo da coprire un angolo di tiro, lasciando l'altro al portiere.
Certamente le contromisure sono in ogni caso difficili da mettere in pratica, almeno nella Mls.
Così Giovinco resta il re delle punizioni dal limite ed il “compagno di merende” di Altidore, l'unico al quale passa volentieri la palla, autore tra l'altro della terza rete.
La Formica Atomica, infatti, è un tantinello egoista, la palla non la cede molto volentieri, specialmente se non c'è da scaraventarla in rete.
A Montreal, oltre al gol su punizione, ha offerto il bis con un delizioso tiro al volo per il 3-1 definitivo. Giovinco ha risolto tutto proprio mentre la campana dello Stadio Saputo celebrava il gol di Platti che sembrava avesse riaperto la gara.
Per dolorosa che sia stata questa sconfitta, il peggio deve ancora da venire per il Montreal. Nelle ultime otto giornate gli Impact dovranno vedersela con Giovinco altre due volte. I punti di queste due partite saranno determinanti per l'accesso ai  playoff per la squadra dei Saputo.
 
Classifica
Toronto FC guida la classfica della Eastern Conference con 9 punti di vantaggio sul New York City. 
Toronto Fc punti 56; New York City 47; Columbus 42; Chicago 41; New York Bulls 39; Atlanta 36; Montreal 36; Philadelhia 31; Orlando 31; New England 29; DC United 28.
Risultati
Montreal-Toronto 1-3
Orlando-Vancouver 1-2
New York Bulls-New York City 1-1
Philadelphia-Atlanta 2-2
Dc United-New England 1-0
Chicago-Minnesota 1-2
Sal Lake City-Colorado 4-1
Los Angeles-San Jose 0-3
Seattle-Portland 1-1  

Comments are closed.